Ucraina, Castello in prima linea per accoglienza e donazioni | "Grazie" da Leopoli - Tuttoggi

Ucraina, Castello in prima linea per accoglienza e donazioni | “Grazie” da Leopoli

Davide Baccarini

Ucraina, Castello in prima linea per accoglienza e donazioni | “Grazie” da Leopoli

Sab, 05/03/2022 - 09:20

Condividi su:


Attivata già da 24 ore la cabina di regia comunale per l’emergenza in Ucraina | L'assessore Calagreti “Grande solidarietà dai tifernati”, ecco come contribuire

E’ stata attivata da 24 ore la cabina di regia comunale per affrontare l’emergenza della guerra in Ucraina sui due fronti dell’accoglienza dei profughi, che stanno già arrivando a Città di Castello, e delle donazioni di denaro e di farmaci, che sono urgenti per aiutare la popolazione sotto attacco”.

Lo riferisce l’assessore ai Servizi Sociali e Protezione Civile Benedetta Calagreti, dando conto della riunione del tavolo di coordinamento per la gestione della crisi generata dal conflitto in Ucraina, alla quale ieri (4 marzo) hanno preso parte Francesco Serafini e Federico Cucchiarini (Croce Rossa tifernate), Marco Belardinelli e Paola Checcaglini (Pubblica Assistenza Tifernate-Croce Bianca), Mario Menghi, Dante Signorelli e Dante Angeli (Associazione Nazionale Carabinieri Città di Castello), Tommaso Cecci e Pietro Izzo (Ari-Re), Nicola e Giacomo Falleri (Protezione Civile Tiferno), Sandro Busatti (Protezione Civile di Città di Castello), Claudio Casaccio di (S.W.R.T. Umbria) e Alberto Montacci (Gruppo Alfa).

Ieri sera (4 marzo), intanto, sono già arrivati in Ucraina i primi aiuti raccolti dall’organizzazione dell’Oratorio “Per di Qua” di Cerbara. Centinaia di scatoloni pieni di alimenti, farmaci e prodotti igienici hanno infatti ragigunto Leopoli, da dove è arrivato direttamente il Grazie a Città di Castello (nella foto) da parte dei locali.

Fiaccolata contro la guerra in Ucraina “Castello pronta ad accogliere profughi”

“Come amministrazione saremo in prima linea nella gestione dei profughi che arriveranno attraverso la Prefettura di Perugia e coordineremo le iniziative nel nostro territorio”, sottolinea Calagreti, che ha partecipato all’incontro insieme ai referenti dei Servizi Sociali Giuliana Zerbato, Lorenza Scateni, Lara Goracci e della Protezione Civile Francesco Nocchi. L’assessore sottolinea la necessità che l’arrivo dei profughi avvenga in maniera ordinata: “L’appello a quanti stanno raggiungendo Città di Castello dall’Ucraina autonomamente, al di fuori dei canali istituzionali, e a familiari o amici che li stanno accogliendo, è di segnalare la loro presenza nel territorio comunale rivolgendosi a Comune o Questura”.

Ricordando la mobilitazione di cui è protagonista la Caritas Diocesana, con cui nei giorni scorsi è stata avviata una collaborazione finalizzata a raccordare le iniziative, l’assessore segnala come “nel nostro territorio comunale sia già partita un’autentica gara di solidarietà per aiutare la popolazione ucraina, con tantissimi tifernati che si stanno mettendo a disposizione. Molti stanno già offrendo abitazioni per ospitare i profughi” prosegue Calagreti, informando che “il Comune metterà a disposizione di quanti vorranno concedere un alloggio il personale del Segretariato Sociale“, che potrà essere contattato dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 14, attraverso i numeri di telefono 075.8529378 e 075.8529438 oppure l’indirizzo mail assistentesociale1@comune.cittadicastello.pg.it.

Per aiutare la popolazione ucraina rimasta nel Paese in questo momento sono prioritarie le donazioni di denaro e farmaci. Per le prime, l’assessore invita a rivolgersi alla Croce Rossa Italiana, attraverso il link per la donazione o l’Iban IT33P0306921698100000008782 intestato alla CRI di Città di Castello con causale “Ucraina”, e alla Caritas Diocesana, attraverso l’Iban IT03P0306921610000000086186 intestato a Caritas Diocesana Confraternita Maria Santissima del Rosario. Per quanto riguarda la donazione dei farmaci è possibile partecipare all’iniziativa promossa da Federfarma Umbria e Assofarm Umbria, che hanno avviato una raccolta di medicinali di prima necessità nelle farmacie aderenti.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!