Trevi Fiorisce, ecco cittadini e commercianti premiati

Trevi Fiorisce, ecco cittadini e commercianti premiati

Consegnati gli attestati per coloro che hanno saputo, con amore e originalità, abbellire i propri spazi esterni, orti, balconi, terrazze e finestre

share

Sono tanti gli attestati al merito consegnati agli abitanti di Trevi e alle attività commerciali che hanno saputo, nell’ambito dell’iniziativa “Trevi Fiorisce”, con amore e originalità abbellire i propri spazi esterni, orti, balconi, terrazze e finestre dal Sindaco Bernardino Sperandio, dalla presidente della Pro Loco Sara Zafrani e dalla presidente dell’Associazione Vo.La Trevi Veronica Martani. Un ringraziamento enorme è andato agli sponsor (Floricoltura di De Santis, Casa dei Trinci, “La Fleureriste” di Cerbini Lara, azienda agricola “Florivivaismo”)  che hanno “adottato angoli” caratteristici del Borgo e all’associazione Umbria Bonsai Foligno per il bellissimo allestimento del tavolo della Giuria composta da Giacomo Santini, Virginia Ryan, Enrica Fico, Gioia Lovelock e Anna Maria Luccioli.

Quatto i vincitori invece che si sono distinti in categorie diverse:

Categoria terrazzi: Assunta Baiocco con questa motivazione: “Quando si arriva nella piazza Garibaldi, il terrazzo emana dall’alto un saluto gioioso e gentile, un ben arrivato nella città di Trevi”.

Categoria orti: Famiglia Dina Martani. Motivazione: “I due orti, bello quello nuovo, sfidano la severità della pietra medioevale e mostrano fieri il lavoro fatto con dedizione e ottimo risultato. Complimenti anche quest’anno alla Signora Dina”.

Categoria spazi esterni, balconi e finestre: Famiglia Cappozzo – Terenzi. Motivazione: “Lo spazio esterno davanti a casa Cappozzo – Terenzi è un piccolo salotto, elegante, semplicemente arredato nel rispetto di un verde molto appropriato. Dall’altro lato della casa anche i balconi mostrano la loro eleganza fiorita”.

Categoria spazio esterno: Elena Sfecles. Motivazione: “L’angolo da lei curato testimonia grande amore, competenza e cure continue che arricchiscono sempre di più nel saper una via caratteristica del nostro Borgo”.

share

Commenti

Stampa