Torna ‘Penelope a Rasiglia’ ed il Comune assegna bagni e navette

Torna ‘Penelope a Rasiglia’ ed il Comune assegna bagni e navette

Nel week end eventi gratuiti aperti a tutti promossi dalla comunità locale | Ecco programma e novità

share

Rasiglia, perla della Val Menotre, ormai conosciuta a livello nazionale come ‘la piccola Venezia dell’Umbria’ si appresta a vivere un week end dal tutto esaurito.

Se fino ad oggi il ‘problema’ è stato quello di dover ‘fronteggiare’ un afflusso record di visitatori e turisti, tanto da spingere l’amministrazione comunale a prendere provvedimenti speciali – più o meno contestati – ora Rasiglia si prepara a vivere il suo principale evento estivo, dopo i continui successi dell’ormai seguitissimo presepe vivente.

In questo caso però, la svolta: l’amministrazione comunale ha predisposto un servizio navette ed è pronto a consegnare i servizi igienici.

Torna, infatti, la due giorni di ‘Penelope a Rasiglia’ da sabato 9 a domenica 10 giugno, con ingresso libero per la cittadinanza, organizzato direttamente dagli abitanti del posto senza chiedere alcun contributo alle istituzioni e senza tornaconti economici. Un ‘evento fai da te’ che parte dal basso ed eco sostenibile come va di moda dire adesso. Un percorso unico: sulla scia dei ruscelli d’acqua trasparente e dei fili colorati della tessitura, legati dal profumo inebriante delle rose.

Due giorni di cultura, teatro, arte, visite, musica e riscoperta delle tradizioni. Il cartellone prende il via sabato 9 alle 15 con ‘Storie d’Acqua’, attività e laboratori della biblioteca itinerante dell’Arpa. Le visite guidate saranno all’insegna del ‘turismo religioso’ e coinvolgeranno le chiese del territorio: la chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo; la ‘chiesola’ di San Filippo, Chiesa dei Santi e Santuario della Madonna delle Grazie. Percorsi anche all’interno del borgo con un itinerario tra storia, natura ed antropologia.

Novità originali, saranno poi: il salto e la tosatura della pecora, la filatura e la tintura dela lana, il laboratorio di tessitura antica, laboratorio di tessitura moderna e poi, il lessico dialettale della tessitura. Ed ancora: la pittura delle donne, il fronte delle delle donne, i bonsai, pane e formaggio, le creazioni di olivo e l’arrotolamento della rocciata. Alle 16 in agenda l’appuntamento teatrale con ‘Romeo e Giulietta, i mancati sposi di Rasiglia’.

Domenica 11 dalle 8.30 alle 10 in programma l’estemporanea di pittura ‘Rasiglia, Penelope e le Rose’ con iscrizioni e timbratura tele; alle 16 Viaggio musicale nel tempo ed alle 18 la premiazione dell’estemporanea.

Rasiglia ‘fiorirà’ con angoli di rose, orchidee ed ortensie.

share

Commenti

Stampa