Terremoto, Sgarbi spegne allarmismi e promuove Gubbio "Città sicura, visitatela!" - Tuttoggi

Terremoto, Sgarbi spegne allarmismi e promuove Gubbio “Città sicura, visitatela!”

Redazione

Terremoto, Sgarbi spegne allarmismi e promuove Gubbio “Città sicura, visitatela!”

Il noto critico d'arte su Rai Uno e La7 "Gubbio ha avuto solo l'ombra del terremoto e non ha subito danni"
Sab, 05/11/2016 - 11:08

Condividi su:


Terremoto, Sgarbi spegne allarmismi e promuove Gubbio “Città sicura, visitatela!”

L’epicentro del sisma è lontano da Gubbio. La città, che ha avuto solo l’ombra del terremoto, soltanto onde, non ha subito danni. È una città sicura quindi andateci!

Queste le parole di Vittorio Sgarbi, pronunciate durante la trasmissione di La 7 “Otto e mezzo”, nella puntata dello scorso 1 novembre. Le stesse considerazioni, in maniera ancora più incisiva, sono state ribadite il giorno dopo (mercoledì 2) durante la puntata di “Porta a Porta”, nella quale il famoso critico d’arte ha dichiarato:

C’è un problema: tutti pensano che il terremoto sia nell’intera Umbria. Gubbio non ha subito alcun danno ed è fuori dalla zona dell’epicentro, per cui si può andare tranquillamente. Sarebbe grave che in questo periodo si rinunciasse a visitare la regione perché si generalizza il terremoto spargendo un allarme. Stiamo attenti a disertare l’Umbria

Sgarbi ha voluto denunciare così l’allarmismo generalizzato che, in questi giorni, ha caratterizzato il flusso delle notizie in Italia e non solo. Il suo personale appello, la cui eco è stata estesa a livello nazionale, ha ribadito ancora una volta che l’epicentro del sisma non si trova a Gubbio ma nemmeno ad Assisi, Foligno, Spoleto o Orvieto, definite “città perfette che non hanno assolutamente subito danni, ma che hanno subito l’eco di un’informazione distorta che rischia di avere ripercussioni negative in termini di flussi turistici“.

La città, in questi giorni, si sta preparando alla rassegna “Gubbio è… Natale”, l’insieme di iniziative natalizie che da qualche anno la caratterizzano e che sono state in grado di richiamare, nelle precedenti edizioni, migliaia di visitatori. Prima fra tutte, ovviamente, “L’albero di Natale più grande del mondo” che, con le sue luci, illumina il centro storico come un presepe naturale ed emoziona sempre tutti con la sua imponente bellezza.


Condividi su:


Aggiungi un commento