Spoleto, a gara la gestione dei musei - Tuttoggi

Spoleto, a gara la gestione dei musei

Jacopo Brugalossi

Spoleto, a gara la gestione dei musei

Pubblicato online l'avviso / Punti per chi promuove il circuito museale in Italia e all'estero e lavora con le scuole
Lun, 05/01/2015 - 12:55

Condividi su:


Spoleto, a gara la gestione dei musei

Nuovo bando di gara per la gestione dell’inestimabile patrimonio museale di Spoleto. Pubblicato sul portale online del comune, l’avviso ha per oggetto la “gestione integrata dei servizi di assistenza culturale e di ospitalità per il pubblico e dei servizi di vigilanza e di gestione delle biglietterie”. C’è tempo fino alle 13 del 30 gennaio per presentare un’offerta, tenendo conto che l’importo a base di gara è di 207mila euro (aumentabili a 307mila qualora il comune chiedesse di svolgere dei servizi aggiuntivi) e che la durata dell’affidamento è di 12 mesi a decorrere dalla stipula del contratto.

Punteggi – Il comune assegnerà ad ogni soggetto partecipante in regola coi requisiti (e che avrà effettuato il sopralluogo obbligatorio nei vari musei) un punteggio da 0 a 100, suddiviso in 40 punti per l’offerta economica e 60 per quella tecnica. Mentre per assegnare i 40 punti si terrà conto esclusivamente delle percentuali di ribasso sull’importo posto a base di gara (max 30) e sull’elenco dei prezzi (max 10), per assegnare i 60 dell’offerta tecnica il criterio diventa più complesso, e tiene conto dai progetti di valorizzazione dei musei e delle attività. Vediamo come.

Valorizzazione del patrimonio – Un buon piano di valorizzazione di Palazzo Collicola, del Museo del Costume e del Tessuto di Palazzo Spada, della Casa Romana e dell’intero patrimonio archeologico del territorio comunale potrebbe fruttare un massimo di 20 punti (8 per Palazzo Collicola, 6 ciascuno per il Museo del Tessile e la Casa Romana).

Promozione nazionale e internazionale – Un buon piano di promozione del circuito museale spoletino in ambito comunale, regionale, nazionale ed internazionale può valere fino a 10 punti, che potrebbero diventare 16 se all’attività promozione si aggiungesse un servizio di biglietteria e bookshop di qualità (utilizzo di tecnologie informatiche e possibilità di vendita dei biglietti online, piano di gestione dei grandi afflussi, sviluppo di un sistema di controllo degli accessi, attività di merchandising, sviluppo del sistema di prenotazione, customer care).

Progetti con le scuole – I 24 punti ancora da assegnare sono così suddivisi: massimo 8 per l’implementazione del servizio di guida tramite la realizzazione di materiali informativi e audioguide (verranno favorevolmente valutate quelle offerte al pubblico a titolo gratuito). Un massimo 6 punti verrà assegnato a chi presenterà un progetto di qualità relativamente alle attività didattiche offerte al pubblico e in particolare alle scuole. La qualità dei curriculum vitae degli operatori sarà infine valutata fino a un massimo di 10 punti.

Riproduzione riservata ©

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!