Sir, il giorno della verità per il caso Lanza

Sir, il giorno della verità per il caso Lanza

Redazione

Sir, il giorno della verità per il caso Lanza

Il giocatore e la società bianconera in camera di conciliazione della Lega
Mar, 11/08/2020 - 09:17

Condividi su:


Sir, il giorno della verità per il caso Lanza

Sir, è il giorno della verità per il caso Lanza. Il giocatore della Nazionale e la società del patron Sirci sono infatti attese di fronte alla Camera di conciliazione della Lega.

Lanza non rientra nei piani di Heynen. E soprattutto, non rientra nei piani di patron Sirci, che ha rotto il rapporto con il giocatore che, nelle sue intenzioni, avrebbe dovuto contribuire a far compiere il salto di qualità a Perugia.

Lanza non può allenarsi con i proprio compagni. Un messaggio forte della società, che in questo modo spera di indurre il giocatore, legato anche quest’anno ai bianconeri con un contratto da 250mila euro, a fare le valigie.

La tesi sostenuta dalla Sir è che il cartellino di Lanza, che nel 2018 valeva 180mila euro, a fine stagione non varrò più nulla. Una tesi che, s e accolta, creerebbe un precedente nello sport professionistico.

D’altro canto Lanza può trovare squadra solo all’estero o nella finestra di mercato dopo la terza giornata. Se non accetterà la buonuscita della Sir, dunque, rischia di restare a lungo lontano dal rettangolo di gioco. Pagato profumatamente, ma fermo ai box.

Una situazione che non piace ai tifosi di Perugia, che nonostante le prestazioni altalenanti in campo hanno indicato Lanza tra i propri beniamini.

La Sir sostiene la Fondazione Telethon

intanto, per il secondo anno consecutivo la Sir Safety Conad Perugia sosterrà la Fondazione Telethon in una raccolta fondi, il cui ricavato sarà totalmente destinato alla ricerca sulle malattie genetiche.
La manifestazione, organizzata da Daniele Barca, che era già in programma per fine maggio e che a causa della pandemia era stata rinviata, avrà luogo il 12 e 13 settembre a Silvano D’Orba in provincia di Alessandria in ricordo di Stefania, deceduta nel 2016 a causa di una leucemia fulminante.

Il club bianconero donerà una maglia da gioco di Aleksandar Atanasijevic per sostenere la causa benefica, confermando anche quest’anno sensibilità e disponibilità per la missione che Telethon si prefigge.

La Fondazione Telethon – dice Daniele Barca della sezione Telethon di Alessandria – ringrazia la Sir Safety Conad Perugia per la donazione della maglia per l’evento benefico pro Telethon in ricordo di Stefania. È già il secondo anno di questo connubio e l’auspicio è quello di rinnovare la partecipazione per gli eventi futuri. Un grazie di cuore ovviamente da parte mia e della sezione Telethon di Alessandria per la donazione della maglia e per la disponibilità e il sostegno che la società ci ha sempre dimostrato in questi anni”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!