Sicurezza in centro a Perugia, il Pdl incalza: "episodi gravi. Boccali vada a casa" - Tuttoggi

Sicurezza in centro a Perugia, il Pdl incalza: “episodi gravi. Boccali vada a casa”

Redazione

Sicurezza in centro a Perugia, il Pdl incalza: “episodi gravi. Boccali vada a casa”

Gio, 10/05/2012 - 18:35

Condividi su:


Dopo i fatti di sangue dell'altra notte, che hanno sconvolto l'opinione pubblica, le forze politiche ed il centro storico, anche il Pdl si pronuncia: questa mattina si è infatti tenuta la conferenza stampa del gruppo consiliare, il quale ha già chiesto un'interrogazione alla Giunta comunale per conoscere la posizione in merito alla sicurezza del cuore della città. Molti i temi sollevati, che sembrano essere in linea con quanto espresso dalla minoranza già prima della rissa dell'altra sera, e con la campagna di tolleranza zero. “Boccali eredita una situazione difficile dal precedente governo di Locchi”, ha detto Rocco Valentino. “Il tutto è partito con il degrado: rendere abitabili i fondi del centro storico, di appena 30 metri quadrati non ha aiutato la situazione. Solo dopo si è capito da chi erano occupati”.

Il gruppo incalza anche a proposito del ruolo della Polizia Municipale, in servizio al momento dell'accoltellamento, e ritorna a parlare della necessità di impiegare le forze dell'ordine per strada e non negli uffici. “La presenza per strada è davvero esigua”, afferma il gruppo e Valentino incalza: “perchè Boccali dopo la rissa non è venuto in centro? La sua presenza era necessaria”. Il Pdl chiederà inoltre alla Giunta “quali interventi hanno posto in essere nell’immediatezza dei fatti, dei quali è ragionevole pensare ne avrebbero dovuto avere percezione diretta, attraverso i monitor delle videocamere di sorveglianza e per l’evidente rumore degli atti di violenza in corso (spari, bottigliate, sprangate)”. Un rimando è stato poi fatto anche a proposito della risposta da parte del “popolo di facebook”, che ha espresso il suo dissenso e la propria voglia di avere un centro storico di nuovo vivibile: “si trasfosmassero in voti – ha detto Emanuele Prisco – sarebbe meglio”.

SI mobilita anche Alleanza Universitaria: “c'è bisogno di provvedimenti urgenti” afferma in un suo comunicato, “la cittadinanza è esasperata”. Per i membri dell'alleanza si tratta infatti “dell’ennesima vergognosa rissa tra spacciatori di ieri notte, che è, se ancora ce ne fosse bisogno ribadirlo, uno dei perché dell’emorragia di iscrizioni a Perugia. Da una parte c’è il Comune che sostiene che l’Università è importante per la città, ma dall’altra non fornisce nessun servizio agli studenti”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!