SFUMA IL SOGNO DELL’A1 PER LA MARAN SPOLETO. NIENTE DA FARE A REGGIO. LA CRONACA

SFUMA IL SOGNO DELL’A1 PER LA MARAN SPOLETO. NIENTE DA FARE A REGGIO. LA CRONACA

share

I sogni della Maran Calcio a 5 svaniscono al secondo minuto del secondo tempo supplementare: i bluarancio rimangono in serie A2, mentre a parità di reti rimane in serie A1 il Reggio Calabria.

Gli spoletini erano riusciti a conquistare per pochi secondi il sogno della massima serie, grazie a due gol di Atkinson che avevano portato la squadra in vantaggio dal punto di vista del numero di rete nelle due partite. Dopo aver conquistato i tempi supplementari, infatti, il numero 8 della Maran aveva spiazzato gli avversari concretizzando un tiro libero a meno di un minuto dalla fine del primo tempo supplementare. Subito poi, al 1' del secondo supplementare Atkinson era andato di nuovo a segno. A questo punto il Reggio doveva riuscire a segnare ben due volte in 4' per guadagnarsi la salvezza e ci è riuscito, con Gil al 2' e Lanconi al 3'. Niente da fare per i bluarancio, che hanno risentito anche di un campo nemico e dei fischi dei tifosi calabresi.

 

ARTICOLO CORRELATO

LA MARAN SPOLETO COMBATTE PER LA PROMOZIONE IN A1. SUPPLEMENTARI – clicca qui

 

LA CRONACA DELLA PARTITA

Non ce la fa la Maran a realizzare il sogno chiamato serie A; e non ce la fa dopo un'epica prestazione, dimostrando di non essere da meno del Reggio, nemmeno in questo match di ritorno, giocato con una splendida cornice di pubblico al PalaBotteghelle. Maran che più di una volta sembrava poter avere in pugno la serie A, sfuggita definitivamente solo dopo i tempi supplementari.

Monsignori, per il quintetto iniziale non cambia: Barigelli, Zancanaro, Milani, Algodão e Bruno Cavalli. Al 1' grande occasione per Tomadon, ma colpo di testa da distanza ravvicinata che termina alto. La risposta della Maran è sui piedi di Bruno Cavalli, la cui conclusione è salvata in uscita da Soso. Passa un soffio e ancora Tomadon, al termine di un'azione rocambolesca, centra il palo sinistro di Barigelli. Al 3' gran girata di Bruno Cavalli, ma palla alta. Spoleto gioca con personalità, gestendo bene il possesso palla e Milani libera un bel rasoterra, ma Soso non si fa sorprendere. Al 7' vantaggio del Reggio con una velenosa puntata da fuori di Rodrigo. I padroni di casa non vanno all'assalto e la Maran torna ad avere un maggiore possesso palla. Al 14', dopo un bel salvataggio di Barigelli su Tomadon ed un rasoterra di Zancanaro solo davanti alla porta, sventato da Soso, pareggio bluarancio con una bella azione di Zancanaro con Bruno Cavalli conclusa da Milani sotto porta. Spoleto gioca meglio e al 16' può andare a calciare anche un tiro libero, ma Soso sventa su Zancanaro; il bomber spoletino però si rifà, realizzando il 2-1 su assist di Bruno Cavalli. Molluso rischia subito il portiere di movimento e la mossa porta subito al pari: gran tiro di Soso, respinta di Barigelli e tap in vincente di Cruz. Ma i guai per la Maran non sono finiti: Fabiano Cavalli rimedia la seconda ammonizione (con la prima inesistente) e viene espulso; Reggio in superiorità numerica trova il 3-2 che riapre il discorso e con cui si conclude il tempo.

Nella ripresa inizio migliore di Reggio, ma la più grande palla gol, dopo un gran volo di Barigelli su tiro di Alemao, è sui piede di Milani che però conclude alto di poco a porta vuota. Al 5' Cruz spara alto da media distanza e Reggio concretizza la sua superiorità con la rete di Gil. Reggio sembra più stanca e la Maran prende il pallino del gioco senza rendersi troppo pericolosa; almeno fino all'8' quando una girata di Ricardo si perde di poco al lato. La reazione di Reggio è un gran tiro di Cruz e risposta da par suo di Barigelli. Al 15' Cumbo non se la sente di fischiare il sesto fallo su Bruno Cavalli, poi (assai severamente) fischia il quinto della Maran allo stesso Bruno. E' il preludio al 5-2 di Reggio realizzato su rigore di Tomadon. Il palazzetto esplode, ma la Maran non muore: sassata di De Moraes che si infila sotto la traversa. Partita dunque ai supplementari, con l'iniziativa che è della Maran che sarebbe condannata perdendo di due. Dopo una parata di piede di Barigelli su Rodrigo e un tiro di Algodão deviato da buona posizione, al 4' Ricardo si presenta al tiro libero: Soso respinge ma sui piedi dello stesso Ricardo che ribadisce facilmente in rete. La seria A ora è di Spoleto e i padroni di casa sembrano scossi; all'inizio del secondo subiscono una grande azione di Ricardo che porta la partita addirittura in parità. Sembra fatta, ma Reggio, con il portiere di movimento, inizia a rinchiudere i bluarancio nella loro area. Al 2' Gil infila il 6-5, poi Lanconi il tiro libero che tiene i calabresi in serie A, con la Maran condannata dalla regola che, a fine supplementari, assegnava la vittoria dello spareggio alla squadra di serie A. Peccato veramente per i ragazzi di mister Monsignori che concludono una stagione comunque ottima, senza il trionfo della promozione in A.

Reggio calcio a 5: Ferrara, Alemao, Rodrigo, Cruz, Lanconi, Gaucho, Nelsinho, Lombardo, Gil, Marcianò, Tomadon, Soso (all. Molluso)

Maran Spoleto: Barigelli, Lara, De Moraes, Gabù, Zancanaro, Algodão, Paolucci, Ricardo, Cavalli F., Milani, Cavalli B., Maresca (all. Monsignori)

Arbitri: Cumbo di Roma e Romeo di Acireale

Primo tempo (3-2): 7' Rodrigo 14' Milani 16'15″ Zancanaro 16'45″ Cruz 19' Nelsinho

Secondo tempo (5-3): 6' Gil 16' Tomadon (rig.) 17' De Moraes

P.t.s. (5-4): 4' Ricardo

S.t.s. (7-5): 0'10″ Ricardo 1'10″ Gil 3' Lanconi (t.l.)

Espulsi: 17' Cavalli F. per doppia ammonizione

T.L. Reggio 0/0 Maran 0/1

(aggiornato alle 22.25)

 

share

Commenti

Stampa