SFIDA IN CASA PER LA VOLUNTAS CON LA A.B. 98

share

Sfida in vetta per la Voluntas della coppia Alessandria- Pasquino. I biancorossi domani affronteranno al Comunale la temibile A.M. 98 di Sini che, come gli spoletini, è a punteggio pieno dopo le prime due giornate. Dopo il colpo esterno di Pantalla, Bianchini e compagni tornano al comunale per un Big Match che promette spettacolo e tanto agonismo, come ci spiega Antonio Alessandria:” Quella contro l'A.M. 98 sarà una partita molto impegnativa: la loro è una squadra consolidata che conosce molto bene la categoria e, viste le belle prestazioni contro Montefranco e Angelana, anche molto in forma. Dal canto nostro anche noi sfoggiamo un bel periodo, anche se alcuni automatismi di gioco devono migliorare per poter esprimere al meglio il nostro calcio.Domenica dunque prevarrà chi mostrerà il miglior tasso tecnico unito alla giusta cattiveria agonistica.” Una partita dunque che le due squadre affronteranno di certo a viso aperto, con un unico obiettivo in testa: i tre punti:”Come sempre lo Spoleto giocherà per un solo risultato: la vittoria.” Prosegue il tecnico calabrese” Come abbiamo dimostrato nelle prime due partite infatti il nostro è un gioco che può regalarci molte gioie, soprattutto quando giochiamo al comunale. Questo perché, ovviamente è il campo dove ci alleniamo durante la settimana, e poi perché è un terreno largo e con un manto perfetto, condizioni fondamentali per esprimere il nostro calico arioso e palla a terra. Domenica ad esempio, abbiamo sofferto sulle fasce laterali poiché il campo del Pantalla non si adattava bene alle nostre caratteristiche, ma qui a Spoleto so che possiamo esprimere tutto il nostro potenziale.” Tutto fa presagire dunque ad un bella partita per la Voluntas che in settimana ha ritrovato anche il centrocampista Romeo che sarà convocato per la prima volta in stagione anche se difficilmente entrerà da titolare. La formazione dunque dovrebbe essere la stessa che ha già superato San Venanzo e Pantalla, con quel 3-4-3, che qui a Spoleto ormai, più che un modulo, è una filosofia di vita.

share

Commenti

Stampa