Rifiuti, tolleranza zero per chi non ricicla

Rifiuti, tolleranza zero per chi non ricicla

Inaugurata a Elce una nuova isola ecologica | Fototrappole dell’Auri per chi abbandona immondizia | Barelli: “Niente più alibi” | Come funziona il meccanismo


share

Rifiuti, scatta la tolleranza zero per chi non ricicla. Lo annuncia il vice sindaco Barelli, nel giorno in cui viene inaugurata ad Elce (in via delle Sorgenti) un’altra isola ecologica informatizzata per la raccolta differenziata di carta e cartone, plastica e metalli, organico e secco residuo. Una terza isola ecologica, dopo quelle di via Omicini a Case Bruciate e di via Campo di Marte nella zona di Prepo. Con Barelli, erano presenti Massimo Pera in rappresentanza di Gesenu e Stefano Nodessi Proietti dell’Auri.

Finora – ha spiegato Pera – le due ecoisole installate hanno registrato, in quindici giorni, rispettivamente 430 conferimenti da 100 utenze, con una percentuale di raccolta differenziata dell’80% nel caso dell’ecoisola di Case Bruciate e 112 conferimenti da 33 utenze, con una percentuale del 63% per quella di Via Campo di Marte. Un buon risultato, che testimonia che la città sta collaborando. Entro la fine del mese – ha annunciato Pera – saranno installate altre tre ecoisole in via Leonardo Da Vinci, nei pressi del Cva di Rimbocchi e in via Cecchi, vicino alla piscina Pellini“.

Il progetto di Gesenu prevede, infatti, l’installazione di un totale di dieci ecoisole – 6 nella cd zona 1 e le restanti 4 nella zona 2, a partire dal prossimo 26 ottobre – posizionate nei quartieri interessati dal nuovo servizio di raccolta dei rifiuti.

L’ecoisola – ha aggiunto il vice Sindaco Barelli, che si è detto soddisfatto dell’andamento di questa prima fase – è un mezzo aggiuntivo, comodo e importante per una corretta gestione dei rifiuti e una riduzione del loro impatto sulla città.” “Gli strumenti per una corretta raccolta differenziata ci sono – ha ricordato – invito i cittadini ad utilizzarli, sia ritirando gli appositi kit sia conferendo i rifiuti o nelle ecoisole informatizzate o nei cinque centri di raccolta cittadini (Collestrada, Pallotta, Ponte Felcino, Sant’Andrea delle Fratte e San Marco), senza abbandonare i rifiuti”.

Ma soprattutto, Barelli ha annunciato che per chi non rispetta le regole vi sarà tolleranza zero: “Con le fototrappole e le telecamere che anche l’Auri mette a disposizione e con il lavoro delle sentinelle ambientali – ha detto a questo proposito – chi abbandona i rifiuti sarà individuato con sicurezza e presto e inevitabilmente scatteranno le sanzioni. Ricordo anche – ha concluso – che questo è un ulteriore passo verso la tariffa puntuale, ovvero una riduzione della tariffa stessa per chi differenzia meglio, nella consapevolezza che il rifiuto è da considerarsi una risorsa, come l’Europa ci insegna”.

Nodessi ha sottolineato come ormai la differenziata sia un obbligo per tutti e si è complimentato con l’amministrazione comunale “perché –ha detto- ce la sta mettendo tutta per raggiungere gli obiettivi stabiliti.

Per utilizzare le ecoisole è sufficiente che gli utenti – residenti nella Città Compatta – utilizzino la Tessera sanitaria dell’intestatario della bolletta Ta.Ri. per identificarsi nell’apposito spazio dell’ecoisola stessa e scelgano la tipologia di rifiuto da conferire tra quelle presenti, potendo ovviamente, in successione, conferire anche più tipi di rifiuti nello stesso momento.

Insomma, fare una corretta raccolta differenziata dei rifiuti conviene, da più punti di vista.

share

Commenti

Stampa