Riaperture dal 26 aprile, appello del commissario di Spoleto "Agire con coscienza" - Tuttoggi

Riaperture dal 26 aprile, appello del commissario di Spoleto “Agire con coscienza”

Redazione

Riaperture dal 26 aprile, appello del commissario di Spoleto “Agire con coscienza”

Ven, 23/04/2021 - 15:09

Condividi su:


In vista delle riaperture a partire dal 26 aprile anche a Spoleto, il commissario straordinario Tombesi lancia un appello alla cittadinanza

Agire con coscienza per far sì che i nostri comportamenti individuali possano continuare a proteggere noi stessi e gli altri”. Queste le parole del Commissario Straordinario del Comune di Spoleto Tiziana Tombesi, in vista delle riaperture in programma da lunedì 26 aprile.

Riaperture dal 26 aprile anche a Spoleto

Tra pochi giorni Spoleto, come altre città nel resto d’Italia, potrà recuperare un po’ di quella normalità a cui nell’ultimo anno e, in particolare, durante la seconda e terza ondata di questi mesi abbiamo tutti dovuto rinunciare.

L’emergenza sanitaria non è finita e il Covid-19 non è ancora stato sconfitto, ma da lunedì gli studenti potranno tornare a scuola con maggiore regolarità ed i ristoranti e i bar restare aperti fino alle 22.

“Rispettare le regole, pericolo di contagi non è scongiurato”

Abbiamo bisogno di vedere una luce in fondo al tunnel, è umano e comprensibile dopo questo lunghissimo periodo di restrizioni, ma abbiamo anche il dovere di continuare ad avere quale riferimento principale quelle regole che fino ad oggi siamo riusciti, con grande senso di responsabilità, a rispettare quotidianamente.

Mentre prosegue il piano vaccinale e il personale medico e sanitario continua a profondere ogni possibile sforzo per curare le persone colpite dal Covid-19, dobbiamo continuare ad agire con coscienza, senza abbandonarci al desiderio di vivere questa fase come se il pericolo di nuovi contagi fosse scongiurato.

Nonostante l’incredibile sforzo richiesto, Spoleto in questo anno ha dato sempre prova di essere in grado di contribuire attivamente, con grande spirito di solidarietà, nell’azione di contenimento della pandemia, mettendo al primo posto la salute delle persone più esposte e più fragili: continuare a farlo è ancora indispensabile perché solo questo ci permetterà di riprendere pienamente in mano le nostre vite”.​

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!