Qualità dell'aria, oltre il 70 per cento di sforamenti a Foligno

Qualità dell’aria, oltre il 70 per cento di sforamenti a Foligno

Redazione

Qualità dell’aria, oltre il 70 per cento di sforamenti a Foligno

Polemica con Foligno in Comune che sfida l'amministrazione: "Ecco cosa fare"
Mar, 21/01/2020 - 09:12

Condividi su:


Qualità dell’aria, oltre il 70 per cento di sforamenti a Foligno

La qualità dell’aria si afferma come un serio problema in questo avvio del 2020. La centralina di Porta Romana, quella che Arpa Umbria usa per il rilevamento delle pm10, ha segnato una vera e propria ecatombe in questi primi 20 giorni. Sforamenti dall’1 al 4 gennaio, sforamenti il 7, dal 9 all’11 e dal 13 al 19. Quattordici giorni su 19 di concentrazione eccessiva di polveri sottili. Dati che hanno accostato Foligno a città ben più industriali come Terni, dove la piaga ambientale è ben più grave.

La polemica

Ad incalzare il Comune ci pensa “Foligno in Comune”, che lancia un vero vademecum di azioni che l’amministrazione dovrebbe portare avanti e se la prende però anche con l’assessore Decio Barili. “La salute dei cittadini – dice Foligno in Comune – deve rappresentare la priorità per chi ha la responsabilità di governare un territorio e la sua comunità, per questo consideriamo sconcertante la posizione dell’amministrazione che per bocca dell’assessore Barili ha dichiarato: «ricorreremo all’ordinanza di chiusura del traffico qualora si creassero le condizioni richieste per la sua attuazione, ma siamo del parere che il tema vada affrontato a livello regionale». Ricordiamo all’amministrazione comunale che la responsabilità per la salute dei cittadini è del Sindaco e il Comune è l’ente che ha gli strumenti per agire in maniera strutturale sulla qualità dell’aria”. 

Le azioni

Quindi una serie di azioni che potrebbero essere promosse, fermo restando, dice Foligno in Comune, che il Piano Regionale per la Qualità dell’Aria, raggiunti i 35 sforamenti, oltre ad imporre al Sindaco il blocco, chiede di adottare misure che affrontino il problema della qualità dell’aria in maniera strutturale, agendo sulle due principali cause: gli impianti di riscaldamento e il traffico. Per iniziative più concrete si parla di interventi per l’efficienza energetica del patrimonio pubblico, razionalizzando e rinnovando gli impianti di riscaldamento; Definizione di alti standard di efficienza energetica nell’edilizia privata sia nell’ambito delle ristrutturazioni sia nelle nuove costruzioni; Istituzione dello sportello energia per agevolare i cittadini nell’accesso ai bonus per la sostituzione di impianti di riscaldamento inefficienti; Previsione di specifici incentivi per le fasce a più basso reddito con contributi a fondo perduto da parte del comune che integrino i bonus nazionali; Miglioramento e rafforzamento dei servizi di mobilità pubblica; La definizione di sistemi di regolazione del traffico che disincentivino l’uso dell’auto a favore di mezzi a minor impatto; Il completamento della rete di piste ciclabili; La riorganizzazione dei sistemi di mobilità delle merci; L’investimento nell’aumento degli spazi verdi urbani e la riqualificazione degli esistenti”.

La partecipazione

Foligno in Comune chiede partecipazione con i cittadini del Piano Urbano di Mobilità Sostenibile; Piano Urbano del Traffico; Allegato energetico al Regolamento Edilizio Comunale, introducendo standard stringenti in materia di prestazione energetica degli edifici e degli impianti di riscaldamento. “Ci auguriamo che questa amministrazione abbia la forza, la capacità e la volontà di avviare un processo tanto ambizioso quanto necessario”. “Foligno in Comune, da parte sua, si mette a disposizione per collaborare con tutti coloro che condividono gli obiettivi e che pongono la questione ambientale e la salute dei cittadini al centro del proprio interesse”.  

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!