Tari, sospesi pagamenti utenze non domestiche per chiusure Covid

Primo acconto Tari, sospesi i pagamenti delle utenze non domestiche per attività chiuse per Covid

Redazione

Primo acconto Tari, sospesi i pagamenti delle utenze non domestiche per attività chiuse per Covid

L’Ufficio tributi non procederà all’emissione dei suddetti avvisi
Mer, 06/05/2020 - 20:50

Condividi su:


Primo acconto Tari, sospesi i pagamenti delle utenze non domestiche per attività chiuse per Covid

La Giunta comunale con delibera n. 68 del 6 maggio 2020 ha disposto la sospensione temporanea degli avvisi di pagamento della prima rata in acconto della Tassa sui rifiuti relativa all’anno 2020, alle attività economiche sottoposte a provvedimenti di chiusura a seguito dell’emergenza COVID -19. Pertanto, l’Ufficio tributi non procederà all’emissione dei suddetti avvisi.

Al via la ristrutturazione dei regolamenti

L’Amministrazione comunale sta rivedendo i regolamenti sui tributi con l’obiettivo di adottare esenzioni o riduzioni per le attività che si trovano in una situazione di grave difficoltà finanziaria dovuta anche alla chiusura obbligatoria imposta dai Dpcm per arginare l’emergenza sanitaria – commenta il vice sindaco e assessore con delega al bilancio e tributi Guglielmo Sorci –. Con il provvedimento adottato oggi, concertato anche con le altre forze politiche della città, abbiamo ritenuto indispensabile procedere con la sospensione, in attesa anche dell’evolversi del quadro normativo di riferimento”. Per le utenze domestiche e quelle non domestiche escluse dai provvedimenti di chiusura, rimane confermata la proroga della prima rata prevista per il 30 giugno (stabilita con precedente ordinanza n. 56 del 15 aprile 2020).