"Questa pizza è troppo cara!", poi sferra calci e pugni ai titolari - Tuttoggi

“Questa pizza è troppo cara!”, poi sferra calci e pugni ai titolari

Davide Baccarini

“Questa pizza è troppo cara!”, poi sferra calci e pugni ai titolari

Sab, 11/12/2021 - 11:19

Condividi su:


Brutto episodio di cronaca a Umbertide, dove una giovane ha aggredito madre e figlio per il prezzo di un trancio di pizza | La ragazza è poi fuggita, indagano carabinieri

“Questa pizza è troppo cara!”. Una frase all’apparenza semplice che ha dato vita ad un brutto episodio di cronaca, dove la cliente, oltre a non pagare, ha malmenato i due proprietari di una pizzeria al taglio, madre e figlio.

E’ successo nel tardo pomeriggio di giovedì scorso (9 dicembre), a due passi dal centro storico di Umbertide, quando una giovane (secondo alcuni testimoni appena uscita dalla stazione e, sembrerebbe, di origine straniera) ha ordinato un trancio di pizza criticando però il prezzo di quest’ultimo (poco più di 1,50 euro) ancora prima di addentarla. Ne è nato un battibecco con la titolare, che dopo qualche parola di troppo, ha invitato la ragazza ad uscire dal locale aprendole la porta.

A spasso per il centro storico con oltre un chilo di cocaina, arrestato 42enne

A quel punto la giovane, furibonda, avrebbe aggredito la donna, sferrandole due calci al torace e facendola persino cadere a terra. Dal laboratorio dell’esercizio è poi uscito il figlio per difendere la madre, ma anch’esso sarebbe stato raggiunto da un pugno, perdendo subito sangue dal naso.

Dopo l’aggressione la ragazza si sarebbe data alla fuga con il titolare all’inseguimento: raggiunta e bloccata per qualche secondo dal giovane, la fuggitiva è poi riuscita a liberarsi dileguandosi nel buio di una via poco vicino.

Sul posto, chiamati da alcuni testimoni, sono arrivati 118 e carabinieri. Entrambi i titolari sono stati portati al locale ospedale, dove la madre ha riportato 4 giorni di prognosi mentre il figlio un trauma facciale. I militari stanno tuttora indagando per ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio e risalire all’identità della ragazza, che sarebbe proprio residente nel Comune di Umbertide.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!