Perugia, i primi 100 giorni di FI / Gruppo rinuncia ai fondi - Tuttoggi

Perugia, i primi 100 giorni di FI / Gruppo rinuncia ai fondi

Redazione

Perugia, i primi 100 giorni di FI / Gruppo rinuncia ai fondi

Sicurezza e meno pressione fiscale gli obiettivi di Forza Italia
Mer, 22/10/2014 - 20:16

Condividi su:


“Stiamo chiedendo tanto ai cittadini, ma ciò è motivato da un bilancio, ereditato dalla precedente Amministrazione”, è stato questo uno dei primi passaggi del capogruppo di Forza Italia Piero Sorcini, durante la conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nella sala congressi dell’Hotel La Rosetta. Una conferenza stampa sul tema: “i primi 1o0 giorni”. Sorcini ha poi indicato quali saranno i principali obiettivi per il futuro: una attenta revisione della spesa e un nuovo modello di equità fiscale.

La rinuncia ai fondi del gruppo e ai bonus benzina. Sotto l’aspetto del risparmio, il capogruppo ha informato la stampa del fatto che il gruppo di FI vuole essere il primo a dare l’esempio: per questo il gruppo stesso rinuncerà ai 9000 euro destinati alle spese di gestione lasciando tale somma nelle casse comunali.  Questo vuole rappresentare un primo segnale alla città nella direzione del risparmio di risorse pubbliche. “Cominciando da noi stessi, infatti, crediamo che questo principio dovrà poi essere applicato a tutte le spese che sostiene l’Amministrazione”. E’ il caso degli affitti a titolo gratuito, voce sulla quale bisognerà operare con attenzione per eliminare ogni privilegio. I consiglieri di Forza Italia, infine, rinunceranno ai rimborsi-benzina, peraltro mai richiesti nemmeno nelle precedenti legislature.

La consigliera Claudia Luciani ha voluto spiegare le ragioni per le quali la conferenza stampa è stata organizzata in una sede non comunale; ciò perchè F.I. ha intenzione di uscire dal palazzo, muovendosi, nel corso della legislatura, in tutti i quartieri della città. “Come gruppo siamo partiti bene, dando un segnale che va nella giusta direzione. Ora vogliamo lavorare per raggiungere quegli obiettivi che riteniamo prioritari”. Tra i primi spicca il decoro urbano, aspetto su cui già si sta operando con attenzione, con risultati tangibili, ma soprattutto la sicurezza. In questo ambito si registra l’approvazione di odg importanti che contribuiranno ad aumentare la percezione, da parte dei cittadini, che le cose stanno cambiando. Resta il problema delle criticità di organico in seno al corpo dei vigili urbani (oggi sono solo 60 le unità operative giornaliere tenuto conto di ferie, malattie e permessi): “per superare questo problema, credo che bisognerà incentivare la sinergia tra tutti i soggetti protagonisti (forze dell’ordine, vigili urbani, ferrovie dello stato, ecc.), mettendo in collegamento tra loro anche le varie banche-dati”. Infine l’ultimo l’obiettivo, il fare impresa: “vogliamo parlare con i commercianti su tutto il territorio per cercare di dare una scossa ad un sistema oggi in difficoltà. Già da oggi, però, mi sento di rivendicare questa nuova impostazione di governo: ossia un’impostazione contraddistinta da un lavoro attento, in sinergia con il tessuto sociale ed i cittadini”.

Anche Carmine Camicia ha parlato di una discreta partenza di legislatura; il gruppo di FI, in particolare, sta sostenendo con forza la maggioranza, ma con una impostazione tutta nuova rispetto a quanto fatto dal centro-sinistra in passato: “siamo un gruppo attivo e non ci limitiamo ad approvare passivamente gli atti preconfezionati da altri. Ciò perchè stiamo portando avanti proposte concrete, su cui abbiamo sempre creduto, ma che le maggioranze di sinistra non hanno mai preso in considerazione”.
L’obiettivo di FI, in sostanza, è di portare a compimento le iniziative proposte, in sinergia con associazioni e cittadini, con la finalità di risollevare una città in grande sofferenza. Camicia ha confermato che il gruppo è unito ed ha l’intenzione condivisa da tutti di voler raggiungere gli obiettivi ritenuti prioritari: il riferimento è al tema della sicurezza, su cui FI vuol far sentire la propria voce ritenendolo fondamentale. In relazione al suo odg sull’attivazione di un presidio di polizia municipale in piazza del Bacio h/24, Camicia ha riferito che ad oggi il corpo dei vigili è in grave difficoltà, non solo perchè sotto-organico, ma anche a causa dell’organizzazione interna (ferie, malattie, ecc.). Su questo aspetto occorre intervenire, dunque, per riorganizzare la polizia municipale, affinchè la stessa sia di supporto concreto ai cittadini e non rimanga chiusa negli uffici.

Carlo Castori ha difeso il lavoro svolto in questi primi 100 giorni di legislatura da parte di F.I. e della maggioranza tutta. “Rispondo alle pretestuose critiche altrui, sottolineando che è in atto un nuovo modo di fare politica, come conferma la vicenda del mercato coperto. Dopo l’immobilismo del passato, oggi finalmente su questa struttura storica della nostra acropoli c’è un progetto importante e chiaro. L’Amministrazione intende, cioè, operare sulla filiera corta a km zero, inserendo nel contempo settori specifici dell’alimentare, ma sempre sfruttando le peculiarità della nostra regione. E tutto questo avverrà senza chiedere affitti elevati, ma un introito del 2% sugli incassi annuali. Questa, crediamo, è la vera innovazione progettuale”. Anche Castori ha accennato al tema della sicurezza, confermando che sul punto il Sindaco ha preso un impegno particolare con la città. Si chiederà, dunque, al comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico un maggior numero di stazioni mobili delle forze dell’ordine per poter coprire tutto il territorio cittadino, essendo impossibile aumentare il numero delle caserme “fisse”. Altre accelerazioni sulle tematiche ambientali; in questa direzione va il progetto, preannunciato dal Vice Sindaco Barelli, di sperimentare l’installazione in centro dei cassonetti interrati, ma anche quello sull’informazione rivolta alle scuole, con visite guidate agli impianti di smaltimento e riciclo. Si tratta, in sostanza, di progetti innovativi e significativi, ma che richiederanno del tempo per poter produrre effetti benefici.

Antonio Tracchegiani ha ricordato che FI è il primo partito di maggioranza ed ha, dunque, il dovere politico di sostenere l’intera coalizione e la Giunta. “In questo compito ci impegneremo con forza, anche al fine di raggiungere alcuni obiettivi fondamentali per la città”. Si tratta della razionalizzazione della spesa pubblica, attività già intrapresa tramite la costituzione di una innovativa commissione spending review. “Organismo che garantisce la massima partecipazione, la condivisione e risultati concreti e, per questi motivi, tanto criticata dall’opposizione”. Ed ancora la sicurezza, tema che sta a cuore all’intera maggioranza: “Perugia ha problemi in questo senso come tutte le altre città. Per questo stiamo cercando di contribuire a migliorare la situazione. Per il futuro siamo pronti a garantire ai cittadini di tutti i quartieri la nostra piena disponibilità ad ascoltare le loro segnalazioni, da dovunque provengano, ivi compresa Ponte San Giovanni”.

Armando Fronduti ha riferito che il compito attuale di FI non è solo quello del servizio nei confronti dell’elettorato, ma anche di responsabilità come rappresentanti del popolo, garantendo in concreto ogni supporto al Sindaco Romizi sul territorio. Fronduti ha respinto al mittente gli attacchi ricevuti dall’opposizione, in particolare Pd e Psi, in materia di politica fiscale, tenuto conto della “precaria situazione del bilancio comunale lasciata dalla precedente Amministrazione”. Il consigliere ha riferito che è intenzione del gruppo muoversi sul territorio, organizzando incontro con i cittadini per spiegare le scelte adottate dall’Amministrazione. “Siamo certi, comunque, che nel bilancio di previsione 2015 le cose cambieranno radicalmente e si potranno vedere le vere scelte dell’Amministrazione Romizi per risollevare le sorti di questa città”.

Il Presidente del Consiglio Comunale Leonardo Varasano ha espresso, rispondendo ad una domanda della stampa, un giudizio positivo sulla nuova Giunta , perchè la stessa, più dei consiglieri di maggioranza, ha dovuto fare i conti con lo “scotto” della novità. Va ricordato, infatti, che molti Assessori non vengono dal mondo della politica e sono, nel contempo, alla prima esperienza amministrativa. “Credo che tutti abbiano brillantemente superato queste naturali difficoltà e che stiano lavorando con estrema attenzione e professionalità. Certamente per giudicare compiutamente questa nuova Amministrazione ci sarà bisogno di più tempo, anche in considerazione della pesante ereditata ricevuta dalle precedenti amministrazioni”.

Giuseppe Cenci ha evidenziato che l’ambizione principale sua e di tutta la maggioranza è quella di voler riconsegnare al giudizio della città tra 5 anni una Perugia cambiata in meglio: ossia una città più pulita, più ordinata, più semplice per le famiglie e con una fiscalità attenuata. Tuttavia anche Cenci ha precisato che per raggiungere questi obiettivi ci sarà bisogno di tempo, tenuto conto del momento difficile. Lo specchio della crisi risiede, ad esempio, in quanto sta accadendo in seno alla Commissione consiliare da lui presieduta, l’Urbanistica. “In questo organismo abbiamo molto meno lavoro rispetto al passato. Di fatto non ci sono pratiche, in quanto i cittadini non riescono più ad investire”. Ultimi accenni sulla commissione spending review, sui consigli comunali “itineranti” sul territorio e sulla revisione del personale.

In merito alla commissione spending review, il capogruppo Sorcini ha parlato di un organismo condiviso dalla maggioranza, la cui legittimità piena è stata confermata dall’autorevole parere del Segretario Generale. A breve, ossia a dicembre, la Commissione completerà i lavori di “sgrossatura”; l’iter proseguirà poi nel dettaglio o in Commissione bilancio o in una commissione speciale. Circa “l’incidente” di percorso nella seduta di lunedì della V Commissione, Tracchegiani non ha risparmiato critiche all’opposizione, per una riunione convocata in modo anomalo e, dunque, irregolare. L’essere andati sotto nella votazione finale è derivato dal fatto che la maggioranza aveva deciso di lasciare, per protesta, la seduta.

Circa la volontà di celebrare alcune sedute del Consiglio Comunale nei vari quartieri della città, il Presidente Varasano ha confermato questa intenzione da parte sua e di tutta la maggioranza, trattandosi di un impegno inserito nelle linee programmatiche del Sindaco. Tuttavia, prima di poter procedere a questi “Consigli itineranti”, sarà necessario modificare la normativa comunale (statuto e regolamento). “Di sicuro c’è un dato di fatto nel Comune di Perugia oggi: c’è una volontà dialogante assoluta, perchè siamo tutti parte di una stessa struttura, mentre in passato eravamo considerati alla stregua di “paria” e posti a margine dell’Ente. Inoltre da parte nostra non c’è alcun timore di sottoporci al confronto con la gente: ciò perchè vogliamo che le persone ci raccontino i loro problemi. Questa in sostanza è un’Amministrazione aperta ed è la vera novità del modo di fare politica a Perugia”.

Sul tema del personale, Luciani ha confermato che si tratta di un tema molto complicato e delicato che dovrà essere gestito con massima attenzione e che, quindi, richiederà del tempo. Camicia, sul punto, ha precisato che dovranno essere riviste le posizioni organizzative, cancellando le criticità del passato. Giusto, dunque, rivisitare il sistema, superando le dinamiche adottate dalle precedenti amministrazioni, ma sempre nel più corretto confronto con le controparti.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!