Pd, prima Segreteria per scegliere chi fa cosa - Tuttoggi

Pd, prima Segreteria per scegliere chi fa cosa

Redazione

Pd, prima Segreteria per scegliere chi fa cosa

Bocci vuole recuperare il tempo perso, fibrillazioni tra le minoranze
Lun, 07/01/2019 - 14:40

Condividi su:


Prima riunione della Segreteria del Partito democratico, nella sede regionale, dopo l’Assemblea Pd di sabato che ha ufficializzato la nomina a segretario di Gianpiero Bocci, col trionfo alle primarie del 16 dicembre, e le altre cariche dei vertici del partito regionale.
Un appuntamento al quale la maggioranza dell’asse Bocci-Marini è arrivato unito, mentre la minoranza (ma a questo punto è meglio parlare di minoranze, al plurale), si è subito divisa sul nome per guidare la Presidenza. Alla fine l’ha spuntata Walter Verini su Simona Meloni, che i giovani avevano provato ad imporre, per non dare l’immagine di un partito che si affidi ancora ai soliti noti. Un braccio di ferro che è andato avanti per due giorni, nonostante le motivazioni della convergenza elettorale che aveva portato il ticket Pensi-Meloni a compiere “il passo di lato” per appoggiare Verini. Al quale, comunque, passata la speranza di aver trovare l’anti-Bocci, diversi esponenti delle minoranze non sembrano essere intenzionati a fare riferimento, preferendo giocarsi autonomamente le proprie carte per trovare comunque un posto al sole.
Per evitare fibrillazioni che potessero rovinare la festa di un partito che proprio nelle divisioni ha individuato una delle principali ragioni delle ultime sconfitte, anche in Umbria, la maggioranza ha accolto l’ampliamento degli organismi. E così anche la Segreteria diventa una grande adunata: ne fanno parte Giampiero Giulietti, Paolo Baiardini, Alfio Todini, Nando Mismetti, Emilio Giachetti, Simona Meloni, Andrea Pensi, Domenico Caprini, Sauro Cristofani, Andrea Orlandi, Francesco Maria Giacopetti, Federica Lunghi, Ramona Furiani, Letizia Guerri, Francesco Rossi, Mario Zeno Rosi, Letizia Michelini, Valeria Cardinali,
Emanuela Mori, Diego Pierotti, Francesco Lubello, Sara Giovannelli, Patrizia Cavalaglio.
Un gruppo ampio, all’interno del quale affidare deleghe precise, per provare a sovvertire i pronostici dei prossimi appuntamenti elettorali a favore del Pd.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!