Ospedale di Perugia: Torna a casa con un nuovo cuore artificiale

Ospedale di Perugia: Torna a casa con un nuovo cuore artificiale


share

La struttura complessa di Cardiochirurgia del S.Maria della Misericordia, al termine della fase acuta e post operatoria, ha  proceduto alle dimissioni , questa mattina, del paziente di 73 anni,  al quale  il 17 Aprile era stato impiantato per la prima volta a Perugia,  un cuore artificiale permanente .

L’intervento era stato eseguito dalla  equipe cardiochirugica , diretta dal   Dottor Temistocle Ragni. Dopo una fase di ricovero nel reparto di Rianimazione , il paziente aveva ripreso  gradualmente le proprie funzioni. Ha coordinato  il percorso assistenziale del paziente il Direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliera Prof Giuseppe Ambrosio: “Al termine della fase acuta , il paziente intraprenderà   una  fase di riabilitazione in un centro specializzato ,  con l’obbiettivo di  accrescere il recupero di tutte le funzioni,   per favorire una  migliore qualità della vita. In più , si rende  necessario che si rapporti con  la nuova realtà, rappresentata  dallo impianto del dispositivo”.

L’uomo ed i suoi familiari , hanno voluto esprimere , prima delle dimissioni , apprezzamento per l’assistenza ricevuta dal personale medico ed infermieristico  , chiedendo espressamente al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia , Walter Orlandi di   rappresentare a tutti gli operatori   sentimenti di riconoscenza per la professionalità e l’assistenza ricevuta.

Il paziente , prima di lasciare  l’ospedale,  ha voluto dare appuntamento a  quanti lo hanno assistito in questo intervento cosi delicato , con queste parole: “Desidero organizzare una  grande festa a Gualdo Tadino,ed  invitare più gente possibile.  Grazie per avermi restituito la gioia di vivere”. 

share

Commenti

Stampa