ORARI DEGLI IMPIANTI SPORTIVI: E' POLEMICA - Tuttoggi

ORARI DEGLI IMPIANTI SPORTIVI: E' POLEMICA

Redazione

ORARI DEGLI IMPIANTI SPORTIVI: E' POLEMICA

Lun, 01/10/2007 - 15:40

Condividi su:


ORARI DEGLI IMPIANTI SPORTIVI: E' POLEMICA

Pubblichiamo la gelida replica di Mauro Storri, Presidente del l'A.S. Volley Spoleto agli articoli apparsi sulla stampa locale dove si dava conto del nuovo orario degli impianti sportivi a Spoleto. Per precisare la posizione di Tuttoggi.info , chiariamo che l'articolo nasce da un comunicato stampa inviato dall'Amministrazione Comunale e che i riferimenti al Volley Spoleto sono specificamente frutto del redattore dello stesso .
Al momento quindi ci limitiamo a registrare entrambe le posizioni come dovuto per diritto di replica .

“Sono appena venuto a conoscenza, leggendo alcuni giornali on-line della nostra città, che da lunedì 1° ottobre entra in vigore l' orario definitivo …era ora!

Ma la fonte di tale notizia sensazionale sarà attendibile?

Gli articoli non recano alcuna firma e l' A.S. Volley Spoleto non ha ricevuto nessuna comunicazione in merito.

Mi sentirei offeso e sdegnato se ciò fosse vero, e credo che lo stesso sarebbero le famiglie delle 150 iscritte che sopportano con sacrificio e da troppo tempo la precarietà di un orario provvisorio che danno per scontato fino a prova contraria. A questo punto non mi resta che porre qualche interrogativo all' autore di queste pagine, che pare scriva a nome dell' Amministrazione Comunale:

1- chiunque Lei sia, “Signor X”, come mai non firma i suoi comunicati, peraltro non di secondaria importanza? Crede forse sia questa la migliore “risposta, ispirata alla responsabilità, alla trasparenza e alla concretezza” dell' Amministrazione Comunale?

2- a cosa devo l' “onore” di essere informato, in qualità di Presidente di una Società Sportiva, dell' orario definitivo degli impianti solo attraverso la lettura fortuita di alcune testate on-line (fortuna loro!), quando dovrei essere io tra i primi ad averne comunicazione?

3- potrebbe illustrarmi l' “ancor più oculata gestione degli spazi disponibili con un confronto serrato con le società sportive”? Nessuno si è rapportato con l' A.S. Volley Spoleto…

4- per tutto ciò …non si vergogna?!?!

Aggiungo volentieri anche alcune doverose precisazioni:

1- mi lascia pensare che tra le “circa 20 società e associazioni sportive che richiedono gli spazi pubblici” la Volley Spoleto è l' unica citata, e con espressioni fortemente lesive per la sua immagine, peraltro tutte da dimostrare. Se solo il “Signor X” si fosse firmato, sarebbe immediatamente chiamato a rispondere delle stesse nelle sedi opportune. Gettare un' ombra sulla Volley Spoleto rientra nei principi di “responsabilità, ..trasparenza e ..concretezza” di cui fa sfoggio nel suo articolo?

2- l' Associazione che rappresento, inoltre, non intendeva polemizzare ma chiedere a gran voce quanto dovuto, cioè l' assegnazione di impianti sportivi e di un adeguato quantitativo di ore d' uso entro tempi ragionevoli e secondo criteri onesti ed equi. E la richiesta portava la firma del sottoscritto, che non si è mai nascosto dietro vane parole e stupidi cavilli.

3- il “Signor X” sparla di un fantomatico incauto comportamento dell' A.S. Volley Spoleto “nell' utilizzo, ..cura e custodia della palestra dell' ITIS-IPSIA”, ma non dice che la stessa si distingue in mezzo ad altre Società per la non morosità nei confronti dell' Amministrazione Comunale (la morosità è il primo criterio di esclusione dal piano di assegnazione ore …pensa un po'!); che si dedica esclusivamente al settore giovanile dal '94, accrescendo anno dopo anno il suo vivaio, fino alle attuali 150 atlete; che, pur partecipando soltanto a campionati provinciali è stata prescelta dalla Federazione Nazionale per l' organizzazione del Torneo Internazionale “Città di Spoleto” fra le Nazionali Femminili Italiana, Belga e Croata, svoltosi con successo lo scorso 6 luglio 2007; e che nel gennaio scorso ha subìto un grave danno all' interno della palestra Pianciani -14 palloni squarciati-, senza che chi di dovere prendesse alcun provvedimento, o facesse i dovuti accertamenti, nemmeno di fronte a una denuncia presso l' Autorità Giudiziaria………………………………………….

4- per tutto ciò, una sola parola per l' “anonimo scrivano”: VERGOGNA!!! ”


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!