Oltre 20 associazioni e comitati preparano la mobilitazione contro il Nodino

Oltre 20 associazioni e comitati preparano la mobilitazione contro il Nodino

Massimo Sbardella

Oltre 20 associazioni e comitati preparano la mobilitazione contro il Nodino

Sab, 01/05/2021 - 11:10

Condividi su:


Domenica la manifestazione a Collestrada e Madonna del Piano | Fressoia spiega le ragioni del "no" | Si muove anche il Fai

Oltre 20 associazioni e comitati preparano la mobilitazione contro il Nodino di Perugia. La variante alla quale sta lavorando l’Anas per alleggerire il traffico all’innesto tra la E45 e il Raccordo autostradale.

Nodino, favorevoli e contrari

Un progetto sostenuto dall’assessore regionale Enrico Melasecche e dall’Anas, intenzionata a snellire il traffico verso Roma, in un’ottica nazionale. Per il quale spingono anche gli industriali di Perugia.

Un intervento che non risolverebbe il problema del traffico in quel punto e che risulta impattante dal punto di vista ambientale e paesaggistico, secondo le amministrazioni comunali di Perugia e Torgiano. E oltre 20 tra associazioni e comitati cittadini che propongono soluzioni alternative.

Fressoia: le ragioni di associazioni e comitati

Il coordinamento delle imprese, famiglie e di oltre venti associazioni e comitati contrari al Nodino (con oltre 5.000 firme di adesione) – spiega il presidente di Italia Nostra Perugia, Luigi Fressoia – registra con favore l’apertura al confronto da parte dell’assessore regionale Enrico Melasecche, che finora non aveva mai risposto a reiterati tentativi di colloquio e che invece negli ultimi giorni ha diramato due lunghe argomentazioni“.

Riteniamo tuttavia – aggiunge – che la sua retorica sui ‘vent’anni passati’ sia del tutto sbagliata e pretestuosa: se oggi come vent’anni fa il Nodo di Perugia viene respinto è perché riconosciuto inefficace e sprecato, non per generica ‘burocrazia’. È infatti lo stesso Ministero dei Trasporti che, memore delle lunga storia, chiede ora di individuare il tracciato più giusto, ma probabilmente all’assessore l’efficacia di una così grande spesa sta meno a cuore del semplice far girare denaro“.

Ricordando che altre opere sono attese da decenni dagli umbri e che i ritardi non sono attribuibili ai comitati. Insomma, se un’opera è utile, si fa.

Opere più urgenti e trasporto pubblico

Fressoia auspica da subito migliorie importanti sulla rampa, con il raddoppio di corsia in entrata a Perugia, e il raddoppio di corsia in uscita verso Assisi-Foligno. “L’essenziale – puntualizza – è che nuove opere impegnative e strategiche siano finalmente non solo per i mezzi su gomma, bensì per spostare quote importanti di flusso su mezzi pubblici appetibili ed efficienti“. Con le merci che devono tornare a circolare principalmente su rotaia.

Così come i lavoratori di aree commerciali e direzioni nell’area perugina devono potersi muovere con i mezzi pubblici. “La metropolitana regionale di superficie con tecnologia TramTreno – ricorda Fressoia – è proposta concreta che il Pnrr regionale non può ignorare senza neanche valutare. O analoghi mezzi pubblici efficienti“.

Di fronte agli interessi locali ci sono però quelli della viabilità su strada in un’ottica nazionale, a cui guarda l’Anas. Per questo associazioni e comitati, che domenica manifesteranno a Collestrada e Madonna del Piano, invocano una “visione strategica superiore“. Ed è su questa che sono disponibili al confronto.

La voce del Fai

Intanto anche il Fai Umbria guarda con attenzione alla vicenda del Nodino di Collestrada. Che rischia di compromettere il bosco a Farnetto catalogato Sic e Zsc. Per questo il Fai Umbria si dice disponibile a contribuire a trovare con le Istituzioni una soluzione che “vada incontro alle esigenze dello sviluppo e della contemporaneità senza necessariamente rinunciare alla tutela e valorizzazione del patrimonio identitario, sia esso ambientale o culturale“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!