Siccità, neve e gelo: scatta l'allarme rosso per la produzione di olio e vino - Tuttoggi

Siccità, neve e gelo: scatta l’allarme rosso per la produzione di olio e vino

Claudio Bianchini

Siccità, neve e gelo: scatta l’allarme rosso per la produzione di olio e vino

Appello a Regione dell'Umbria e Ministro dell'Agricoltura per la fascia Assisi - Spoleto
Sab, 05/08/2017 - 14:36

Condividi su:


Parte da Trevi, il forte grido d’allarme, per la grave siccità che sta mettendo in ginocchio l’olivicoltura umbra, tra l’altro già pesantemente colpita da altre pesanti calamità quali la crisi sismica, le eccezionali nevicate di gennaio, le gelate di aprile e le grandinate di luglio. Un flagello dietro l’altro per la fascia olivata che dai colli di Assisi si estende sino al territorio di Spoleto. Un territorio che, tra l’altro, proprio per le sue particolarità, è candidato come sito dell’Unesco.

A farsi portavoce della tragica situazione, il sindaco di Trevi, Bernardino Sperandio, e Stefania Moccoli in qualità di consigliera nazionale dell’Associazione Città dell’Olio nonchè assessore all’agricoltura del Comune. L’appello viene rivolto direttamente al Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina ed all’assessore regionale Fernanda Cecchini. Secondo Sperandio e Moccoli infatti, la perdita della fioritura si aggira, ad oggi, a circa il 70% creando enormi difficoltà al settore.

Viene chiesto l’intervento urgente della Regione dell’Umbria e delle associazioni di categoria, affinchè si adoperino con il Ministero dell’Agricoltura per richiedere lo stato di calamità naturale, in maniera tale da sostenere le aziende agricole ed i tanti piccoli produttori, promuovendo l’attivazione di un fondo di solidarietà nazionale. L’atro rischio, non meno grave – viene fatto notare – è che molti agricoltori potrebbero essere indotti a ridurre o abbandonare coltivazioni già poco redditizie in condizioni normali.
Bernardino Sperandio e Stefania Moccoli, chiedono anche il supporto di esperti di settore, che programmino forme di intervento a supporto dei coltivatori con lo studio di metodologie più adeguate, e la sperimentazione di cultivar diverse, maggiormente resistenti ai cambiamenti climatici.E’ possibile segnalare danni tramite un apposito modulo a disposizione sul portale www.comune.trevi.pg.it.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!