Neonati a Città di Castello potranno dare il proprio nome ad un albero - Tuttoggi

Neonati a Città di Castello potranno dare il proprio nome ad un albero

Redazione

Neonati a Città di Castello potranno dare il proprio nome ad un albero

Firmata convenzione tra Lions Club e Comune, Massetti "Bella iniziativa di tifernati che vogliono bene alla città"
Lun, 04/06/2018 - 14:10

Condividi su:


I bambini che nascono a Città di Castello avranno la possibilità di dare il proprio nome a un albero. E’ quanto prevede la convenzione tra Comune e Lions Club tifernate, firmata nel Municipio tifernate alla presenza dell’assessore all’Ambiente Massimo Massetti, con il dirigente Paolo Gattini, e del presidente dell’associazione Donatello Torrioli, accompagnato dalla socia responsabile del progetto “Gli alberi dei bambini” Elisabetta Ortalli.

In base all’intesa, il Lions Club fornirà all’ente 50 piante all’anno che saranno messe a dimora in oltre 30 aree verdi del territorio comunale, già individuate per un periodo sperimentale di 36 mesi. A ogni albero sarà abbinata una targhetta che, insieme all’indicazione della specie arborea, il nome del progetto e il logo dell’associazione, riporterà il nome di un neonato registrato presso il Servizio Anagrafe del Comune.

Questa del Lions Club è una bella iniziativa di tifernati che vogliono bene alla città e vanno ad affiancare l’amministrazione comunale nell’opera di valorizzazione e implementazione del patrimonio arboreo del territorio e nelle azioni finalizzate a rispettare gli obblighi di legge che prescrivono all’ente di mettere a dimora un albero per ogni neonato residente e per ogni minore adottato iscritti al Servizio Anagrafe”, sottolinea Massetti, che evidenzia “la sensibilità e l’attenzione con cui l’associazione del presidente Torrioli, anche in questa occasione, dimostra di essere vicina alla nostra comunità e alle sue esigenze, dando un valido supporto al lavoro delle istituzioni”.

Attraverso il progetto il Lions Club darà il proprio contributo all’investimento che il Comune sostiene in base alla legge 10/2013 per mettere a dimora oltre 300 alberi all’anno, tanti quanti i bambini che vengono mediamente registrati all’Anagrafe. Il sodalizio, inoltre, si rende disponibile ad acquistare e collocare nelle aree verdi comunali anche arredi e giochi. “Abbiamo pensato di fare la nostra parte per valorizzare, insieme al Comune, le aree verdi del territorio con nuovi alberi, ma anche per stimolare un senso di appartenenza e di responsabilità di bambini e famiglie verso questi luoghi, per effetto del legame che verrà a crearsi con le piante alle quali sarà dato il nome dei neonati”, hanno affermato Torrioli e Ortalli nell’esprimere “l’aspettativa che attraverso questo intervento il verde pubblico sia maggiormente vissuto dai cittadini, con il coinvolgimento delle società rionali, delle pro loco e delle associazioni di volontariato nella cura e nella custodia di questi spazi al fianco dell’amministrazione comunale”.

Con le spese per la piantumazione e la collocazione delle targhette a carico del sodalizio, spetterà al Comune provvedere alla manutenzione ordinaria degli alberi. Si comincerà dall’area verde di via Svezia a Trestina, cui seguiranno nel corso dell’anno altri interventi negli spazi pubblici dell’intero territorio comunale nei quali l’amministrazione ha ravvisato l’esigenza di potenziare la presenza di alberi.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!