Nascondeva droga in casolare diroccato, beccato con 190 dosi di cocaina | Arrestato - Tuttoggi

Nascondeva droga in casolare diroccato, beccato con 190 dosi di cocaina | Arrestato

Davide Baccarini

Nascondeva droga in casolare diroccato, beccato con 190 dosi di cocaina | Arrestato

Sab, 16/04/2022 - 13:45

Condividi su:


Blitz dei carabinieri nell'eugubino-gualdese, nella struttura in aperta campagna il giovane aveva occultato un calzino con 60 grammi di droga, per un valore di 6000 mila euro

Una brillante operazione dei carabinieri ha portato all’arresto in flagranza di un giovane pusher che, proprio qualche giorno fa, fermato alla guida sulla Ss3 Flaminia (nel Comune di Gualdo Tadino), era già stato trovato in possesso di 8 grammi di cocaina e denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Sulla stessa auto, in quell’occasione, era stata trovata anche un’intercapedine ricavata dietro al contachilometri, che ha fatto presumere ai militari come il ragazzo potesse essere implicato in un’attività di spaccio più complessa e avere quindi la disponibilità di maggiori quantità di cocaina.

Gli accertamenti dei giorni seguenti alla denuncia hanno portato a scoprire che il giovane dimorava presso un agriturismo della zona. Il pedinamento attuato ha poi tramutato il sospetto in certezza: è stato infatti accertato che il sospetto, nei suoi spostamenti, si fermava sempre in un casolare diroccato in aperta campagna, scendeva dal veicolo e si chinava nei pressi dell’uscio, per poi risalire a bordo dell’auto e ripartire.

Mercoledì scorso (13 aprile) il blitz dei carabinieri che, appostatisi tra la vegetazione, sono intervenuti bloccando l’uomo, trovato in possesso di 16 confezioni sottovuoto di diverso peso – contenenti complessivamente 60 grammi di cocaina – nascoste in un calzino ben occultato nel casolare.

La successiva perquisizione domiciliare ha inoltre permesso di rinvenire 740 euro in banconote da 20 e 50 euro, ritenute provento dell’attività illecita. La sostanza sequestrata, equivalente a 190 dosi e risultata pura al 55%, avrebbe fruttato sul mercato oltre 6.000 euro.

Ieri mattina (venerdì 15 aprile) si è tenuta l’udienza di fronte al Giudice del Tribunale di Perugia, che ha convalidato l’arresto e ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!