Movida molesta, emanata nuova ordinanza per weekend di Halloween - Tuttoggi

Movida molesta, emanata nuova ordinanza per weekend di Halloween

Davide Baccarini

Movida molesta, emanata nuova ordinanza per weekend di Halloween

Lun, 25/10/2021 - 14:40

Condividi su:


L'atto n° 275 proroga le limitazioni alla vendita e consumo di alcol già imposti dalla precedente ordinanza | Dal 30 ottobre al 2 novembre si ripete dunque la chiusura dei locali alle 2 e il divieto di bere all'aperto dopo l'una

Era nell’aria e ora è ufficiale. Il sindaco di Gubbio Filippo Stirati ha emanato oggi (25 ottobre) l’ordinanza n° 275, che di fatto proroga fino al 2 novembre i provvedimenti già dettati dall’atto n° 249, ovvero la chiusura alle 2 di tutti i locali del centro storico e il divieto di bere alcol all’aperto dopo l’una.

L’ordinanza, che sarà in vigore da sabato 30 ottobre a martedì 2 novembre, si è resa necessaria per il persistere della cosiddetta “movida molesta”, che in questi mesi ha letteralmente contraddistinto i weekend del centro storico eugubino: anche nell’ultimo fine settimana, infatti, non sono mancati atti vandalici (tergicristalli divelti) e le ormai “tradizionali” tracce dell’abuso di alcol (vomito perfino sulle scale della Chiesetta dei Muratori e scie di urina in numerosi vicoli).

Per cercare dunque di prevenire e contrastare il disturbo alla quiete pubblica, il degrado urbano o fenomeni di illegalità e violenza legati all’alcol o all’uso di sostanze stupefacenti, soprattutto nel weekend di Halloween, da sabato 30 ottobre a martedì 2 novembre il sindaco torna a imporre la chiusura di pubblici esercizi, esercizi commerciali e distributori automatici del centro storico dalle ore 2 alle 6. Viene inoltre confermato il divieto di somministrazione alcolici all’aperto, su area pubblica o privata ad uso pubblico, dall’una alle 2 e il divieto di consumo all’aperto di bevande alcoliche e superalcoliche dall’una alle ore 6.

In caso di violazione a questi provvedimenti saranno applicate sanzioni da 500 a 5.000 euro per i titolari degli esercizi mentre in caso di consumazione all’aperto negli orari vietati dall’ordinanza un cliente può rischiare una multa da 25 a 500 euro. Ovviamente residenti, cittadini ed esercenti si augurano che la nuova ordinanza possa mettere un freno ai bagordi del fine settimana, anche se, visti i risultati della precedente, non si può certo essere così ottimisti…

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!