Tavolo su movida molesta "Serve patto sociale", ma ora è allarme droga sintetica - Tuttoggi

Tavolo su movida molesta “Serve patto sociale”, ma ora è allarme droga sintetica

Davide Baccarini

Tavolo su movida molesta “Serve patto sociale”, ma ora è allarme droga sintetica

Mar, 19/10/2021 - 13:29

Condividi su:


All'atteso summit in Comune proposte e segnalazioni da affrontare al più presto per scongiurare i bagordi degli ultimi mesi, la dott.ssa Rosi del Sert ha fatto emergere un nuovo serio problema "Ci sono droghe che fanno venire allucinazioni visive e tattili"

Ha avuto luogo ieri (18 ottobre), a Palazzo Pretorio, l’atteso tavolo di concertazione sulla movida molesta nel centro storico di Gubbio, dove amministrazione comunale, diocesi, associazioni, residenti e gestori dei locali hanno fatto il punto di una situazione sfuggita di mano ormai da mesi.

“Serve patto sociale e collaborazione di tutti”

Il sindaco Filippo Stirati, presente con alcuni assessori, ha subito auspicato “una maggiore collaborazione da parte di tutti“, parlando della necessità di “stringere un vero e proprio patto sociale” senza il quale non si farebbe alcun passo avanti.

Un’allarme in più

Tra le lamentele dei cittadini – che ogni weekend si ritrovano a ripulire le tracce dei bagordi serali (dagli escrementi umani al vomito fino agli atti vandalici) oltre a sorbirsi schiamazzi fino a tarda notte – e le rimostranze degli esercenti, tirati spesso in ballo per responsabilità non sempre a loro imputabili, è emerso un altro grande problema, portato al tavolo dalla referente locale del Sert Mariella Rosi.

La dottoressa del Servizio per le tossicodipendenza, oltre a invitare i gestori dei locali alla responsabilità – “trattenersi dal versare il bicchiere in più al ragazzo ubriaco, tenendo anche presente che esiste una legge che vieta di dare alcol ai minorenni” – ha fatto sapere che esiste un “largo uso di cannabinoidi ma pure di tanta cocaina. In questi ultimi tempi, inoltre, stiamo vedendo anche qualche sostanza sintetica, che ancora non sappiamo nemmeno cosa sia”.

Un tipo di droga sicuramente più a basso costo ma ancora più devastante, che potrebbe avere implicazioni proprio sulla movida molesta: “Sono venuti da noi ragazzi che stavano male,- ha raccontato la dott.ssa Rosi – lamentando allucinazioni non solo visive ma anche tattili: vedevano infatti animali che camminavano sulla loro pelle e provato uno stato di eccitazione tale che, in caso di provocazione, li avrebbe portati a fare cose molto pericolose”.

Igiene pubblica…

Durante l’incontro in Comune è stato toccato anche il tema dell’igiene pubblica dei vicoli, dove i sacchi dell’immondizia vengono spesso ammassati il sabato sera per essere ritirati solo il lunedì mattina. Ma su questo punto l’assessore Alessia Tasso ha annunciato un’azione risolutiva d aparte di Gesenu.

…e altre richieste

Da più parti è ovviamente arrivata la richiesta di incrementare videosorveglianza e presidi delle forze dell’ordine, visto che, a quanto pare, non sono stati sufficienti né i controlli extra della Polizia municipale né l’ordinanza sindacale che limita l’uso di alcol. In attesa dell’ultimo weekend in cui sarà in vigore proprio quest’ultimo provvedimento del sindaco vedremo se alle parole e alle varie proposte avanzate corrisponderanno finalmente i fatti…

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!