Lucchetta accosta su Leon, ma riesce a trovare il pelo nell’uovo

Lucchetta accosta su Leon, ma riesce a trovare il pelo nell’uovo

Niente interviste, l’ironia di Bernardi e dei Sirmaniaci | Messaggio alla Lube per gara4


share

Alla vigilia di gara3 tra la Sir e la Lube Andrea Lucchetta, sempre attraverso i social, aveva provato a disinnescare la polemica seguita all’intervista con Wilfredo Leon e soprattutto ai successivi commenti dell’ex campione del mondo.


Lucchetta attacca Leon


Sulla sua pagina Facebook Lucchetta aveva scritto: “Basta strumentalizzazioni. Basta. Non ho nulla di personale nei confronti di Wilfredo Leon. Con l’aiuto dell’allenatore e dei compagni risponderà sul campo in Gara 3. Basta sollevare polveroni per ‘scontri social’ inesistenti quando accadono episodi più gravi che ci stanno facendo deragliare dai binari etici e valoriali di una sana voglia di essere sempre trasparenti in ogni gesto e/o dichiarazione. La risposta come sempre sarà sul campo. Buona pallavolo giocata a Tutti“.


Leon zittisce la Lube e Lucchetta


E almeno questa volta Lucchetta è stato profetico, perché Leon ha sfoderato una partita mostruosa, forse la migliore da quando è arrivato a Perugia: implacabile negli attacchi, di potenza e d’astuzia; attento in ricezione; poderoso a muro. Una prestazione da giocatore più forte del mondo.

Bastone e carota ai tifosi

L’ex campione del mondo, sempre via social, aveva poi spostato l’attenzione dai Leon ai tifosi. Chiedendo alle società di fermare gli eccessi, quelli sugli spalti e quelli sul web a lui tanto caro: “Più volte abbiamo sottolineato la splendida coreografia e goliardia di tutte le tifoserie. Gara 1 Spettacolare Gara 2 Pure. I Tifosi Tifano e saper perdere fa parte della cultura sportiva che i capi carismatici devono inculcare dentro gruppi di tifo organizzato. Stessi amministratori che devono bannare,cancellare e bloccare sulle pagine ufficiali delle tifoserie e delle società chi si permette di offendere chiunque faccia parte del nostro mondo.  Spetta alle società riformulare le connessioni con il tifo etico e goliardico nel rispetto dell’avversario sia di campo che di curva.  Spetta ai giocatori ed allenatori non provocare in campo. Siamo al paradosso di cercare alibi anche verso gli speaker dei palazzetti offendendo e denigrando la loro passione e professionalità nella gratuità della loro preziosa presenza. Chiedo quindi nel nome dello Sport aiuto per rientrare umilmente nei binari dell’etica e del fair play Bannando e cancellando dal nostro mondo tutti coloro che ne ignorano le regole“.

La risposta dei Sirmaniaci

Il PalaBarton mercoledì sera gli ha risposto con uno striscione esposto dai Sirmaniaci: “Contro i leoni da tastiera con Leon Perugia si schiera“. Insieme ad altri, come quel “Lucky – Nuoce gravemente alla salute“, gioco di parole sul soprannome di Lucchetta.

L’ironia di Bernardi

L’ex campione del mondo non è sceso in campo per le interviste del post-partita. E la risposta su Leon, ironica, l’ha data mister Bernardi: “Qualcuno ha saputo caricarlo…“. “Leon è il giocatore più forte del mondo, un onore giocare con lui” ha detto Atanasijevic

Il pelo (di cresta) nell’uovo…

E Lucchetta al termine della partita, sempre via social, ha commentato: “E come da copione in gara 3 la risposta sul campo è stata data dalla Squadra alzando ancor a di.più l’asticella rispetto a Gara 1“. Aggiungendo poi un messaggio per i giocatori di Civitanova: “Osmany, Leal, Bruno. Meglio che si preparino Meglio Per Gara 4. Un dato: pur prendendo tre cazzottoni a zero Lube migliore nella fase punto. Preparatevi a Gara 4 scudetto!??“. Se gara4 avesse lo stesso copione ed epilogo di gara3, i tifosi della Sir non se ne avrebbero a male…

 

share

Commenti

Stampa