Lavori ai viadotti sulla Tre Valli, strada chiusa di notte | Gli itinerari alternativi

Lavori ai viadotti sulla Tre Valli, strada chiusa di notte | Gli itinerari alternativi

Proseguono i lavori di Anas di consolidamento e miglioramento sismico dei viadotti che collegano la strada statale 4 Salaria alla 685 Tre Valli verso Norcia

share

Proseguono da parte di Anas (gruppo FS Italiane) i lavori di consolidamento e miglioramento sismico dei viadotti che collegano la strada statale 4 “Via Salaria” alla strada statale 685 “delle Tre Valli Umbre” verso Norcia, in località Arquata del Tronto (AP), danneggiati dal terremoto tra agosto 2016 e febbraio 2017.

Lo scorso ottobre erano state eseguite le complesse operazioni di sollevamento e spostamento degli impalcati. Completati gli interventi di risanamento e miglioramento sismico, a partire da martedì prossimo, 21 maggio, saranno eseguite le attività per il riposizionamento dei cavalcavia sulle pile.

Ciascuna delle 7 campate – del peso variabile da 190 a 250 tonnellate – sarà spostata con particolari carrelli semoventi e sollevata con l’ausilio di speciali autogru da 500 tonnellate di portata.

Limitazioni al transito e percorsi alternativi

Per consentire l’esecuzione delle operazioni di riposizionamento dei viadotti sarà necessaria la chiusura temporanea della strada statale 4 “Via Salaria” (dal km 148,300 al km 148,900) e dell’innesto SS675 “delle Tre Valli Umbre” da e verso Norcia.

Per contenere i disagi al traffico le attività si svolgeranno esclusivamente di notte dalle 21:00 alle 6:00, da martedì 21 a venerdì 31 maggio.

Il traffico sull’itinerario Roma-Ascoli Piceno (SS4 Salaria) potrà percorrere in alternativa la SS17 da Antrodoco all’Aquila, l’autostrada A24 fino a Teramo e la SS80racc “Teramo Mare” per poi proseguire sull’autostrada A14 in direzione nord fino all’uscita Ascoli Piceno e viceversa.

Il traffico sull’itinerario Spoleto-Ascoli Piceno (SS685 delle Tre Valli Umbre”) potrà utilizzare in alternativa la strada statale 77 “della Val di Chienti” da Foligno a Civitanova Marche e viceversa.
Il traffico locale tra Norcia e Arquata del Tronto/Ascoli Piceno potrà inoltre utilizzare la viabilità provinciale montana da Norcia a Castelluccio di Norcia, da Castelluccio a Pretare (SP477) e proseguire fino ad Arquata del Tronto (SP89) e viceversa.

Gli interventi, del valore di circa 3 milioni di euro, rientrano nel piano di ripristino della viabilità compromessa dal sisma in corso su tutta l’area del cratere e, in particolare, fanno parte degli interventi necessari alla riapertura in modalità definitiva della SS685 “delle Tre Valli Umbre” tra Arquata e Norcia, il tratto più danneggiato dal terremoto del 2016/2017.

Per informazioni sull’avanzamento del Programma di ripristino delle strade colpite dal sisma è possibile consultare il sito internet www.anas-sisma2016.it

share

Commenti

Stampa