La Sir lotta ma stavolta la Coppa Italia va a Civitanova - Tuttoggi

La Sir lotta ma stavolta la Coppa Italia va a Civitanova

Massimo Sbardella

La Sir lotta ma stavolta la Coppa Italia va a Civitanova

I Block Devils si arrendono solo al tie-break: peccato per quegli errori nei punti decisivi
Dom, 23/02/2020 - 21:04

Condividi su:


La Sir lotta ma stavolta la Coppa Italia va a Civitanova

La Sir cede al tie-break e la Coppa Italia questa volta prende la strada di Civitanova Marche. I Block Devils si arrendono al tie-breack al termine di una battaglia tra due grandissime squadre, dove Perugia ha lottato con il cuore, mancando però su qualche punto decisivo nel secondo e nel terzo set.

Ad indirizzare il primo set verso Perugia è Leon, che rompe l’equilibrio iniziale con un doppio ace che consente alla Sir di allungare di 3 (15-12).

Dall’altra parte risponde Juantorena e la Lube si rifà sotto dopo una palla rivista al video check.

Il match si scalda subito: Heynen è una furia e si prende il cartellino giallo. Due errori al servizio e in attacco della Lube consentono alla Sir di scappare. Leon punisce ancora Civitanova e il set a favore di Perugia lo chiude Lanza, chiudendo una palla alzata da De Cecco staccata dalla rete (25-21).

Il secondo set dice Lube

Nel secondo set rabbiosa reazione della Lube, trascinata da Juantorena. Perugia però non si scompone e a muro trova la parità (5-5).

Block Devils avanti con Lanza (7-6), fermato però poco a muro per il nuovo vantaggio della Lube (12-11).

Due giocate di Leal consentono a Civitanova di mantenere 2 punti di vantaggio, ma la Sir trova nuovamente il pari (21-21) fermando a muro Juantorena.

La Sir passa in vantaggio 22-21, ma al termine di un lungo scambio con grandi giocate delle difese da una parte e dall’altra De Cecco non riesce a chiude il punto del break e la Lube torna in parità.

Juantorena suona la carica e i marchigiani riescono a prendersi il secondo set 25-23 grazie a un muro di Anzani. Parità nei set e tutto da rifare per la Sir.

Anche il terzo set alla Lube

Grande equilibrio in avvio del terzo set, con Perugia che trova il break del +2 sul 9-7 con un grande attacco di Leon. E’ lui l’arma in più di Perugia contro l’ottima difesa della Lube.

Esplodono i Sirmaniaci sugli spalti all’ace di Leon: 11-8 Perugia!

De Giorgi chiama il tie-break, spezzando il ritmo di Leon. Civitanova torna a -1.

Video check da brividi sull’attacco di Lanza: il tocco a muro c’è e Perugia torna a +3.

La Lube trova però il breack con Leal (13-12) e poi il pareggio con il muro di Simon. E questa volta a chiamare il time-out è Heynen.

Anche Bata cerca di essere protagonista a modo suo; dall’altra parte risponde Simon.

E’ momento più duro per la Sir, con la Lube che riesce a portarsi sul +3 (18-15).

Leon passa sopra il muro e riporta Perugia a -1. Il cubano naturalizzato polacco sbaglia e muro e poi frusta ancora in attacco. Perugia non riesce però ad avvicinarsi. Anzi è la Lube ad allungare: prima chiudendo uno scambio dopo incredibili difese, poi con l’ace di Diamantini.

Heynen si gioca la carta Plotnytskyi, che risponde subito presente. Bata a muro riporta Perugia a -1. Russo sbaglia però il servizio e regala due set point a Civitanova. Il primo lo annulla Ricci in primo tempo.

Perugia sbaglia l’attacco del possibile pareggio (Plotnytskyi deve appoggiare la palla alzata non al meglio da Zhukouski) e allora il set lo chiude Juantorena per la Lube (25-23).

dasda

La Lube parte ancora a mille nella quarta frazione. L’errore in battuta dell’inossidabile Juantorena vale il pari.

La Sir ha però la forza di trovare il break. La Lube ancora avanti, ma a riprenderla ed a riportare in vantaggio Perugia ci pensa Atanasijevic.

Proprio un errore in battuta di Magnun dà alla Lube la nuova parità. A far male a Civitanova ci pensa però il mancino velenoso di Plotnytskyi.

Juantorena riporta nuovamente la Lube in parità (10-10) finalizzando una grande giocata di Bruno; ma poi l’italocubano spara fuori il servizio.

Leon prova a forzare una palla alzata molto bassa in difesa e il muro della Lube ha gioco facile, nonostante una chiamata da brivido al video check per Perugia.

Bruno vola tra il pubblico ma non riesce a tenere in campo il servizio di Leon, che mette poi di nuovo in difficoltà la difesa della Lube, consentendo ad Atanasijevic di murare Leal.

Gioco fermo perché tra i Sirmaniaci sugli spalti una persona ha accusato un malore ed è necessario l’intervento del medico.

Perugia sbaglia la palla del +4 e viene punita ancora da Juantorena. Contro una Lube così Perugia non può sbagliare nulla. Anche perché arriva subito dopo l’ace di Leal e il pari di Simon che sfrutta le difficoltà in ricezione di Perugia.

Heynen capisce il nuovo momento di difficoltà dei suoi e chiama il time-out, anche per interrompere la serie in battuta di Leal.

Entra Piccinelli per Leon, ma Plotnytsky viene murato da Simon. Perugia trova il pari con Atanasijevic che chiude un’incredibile palla alzata con una mano da De Cecco.

In questa fase Perugia si affida a Magnum, che trova il 17 pari. Sbagliano poi Plotnytskyi e Bruno al servizio.

Il doppio vantaggio per la Sir arriva con un altro ace di Luciano De Cecco. Leon non riesce però a chiudere un attacco che potrebbe essere decisivo e la Lube torna a -1.

Il pari e il successivo vantaggio la Lube lo trova con Leal, dopo due ottime difese della Lube.

Perugia regala letteralmente due match point alla Lube, dopo essersi fermata su una protesta a rete di Atanasijevic.

Ma Ricci prima e Plotnytskyi poi li annullano entrambi (24 pari). La Lube sbaglia a rete e questa volta arriva il set point per la Sir, confermato dal video check.

Nuovo pari sull’attacco di Leal. Juantorena la tira fuori di un nulla: nuova opportunità per Perugia. Ma anche Atanasijevic la manda fuori, dai 9 metri.

Nuovo match point Lube sul mani fuori di Juantorena. Ma Simon manda il servizio a rete. Che partita!

Doppio tocco di Juantorena, che poi si riscatta immediatamente.

La Lube difende benissimo, ma Leon trova il pari (30-30) con un diagonale pazzesco. Nuovo match point Lube con Diamantini, ma Leon salva ancora Perugia.

Atanasijevic annulla un altro match point con astuzia. Heynen manda in battuta That che mette in affanno la difesa della Lube, ma Bruno riesce ugualmente a servire un pallone d’oro per Juantorena. Sbaglia il servizio Simon (34 pari).

Missile di Plotnytskyi che consente a Perugia l’attacco vincente che vale il set point. Ed a portare in parità il conto dei set ci pensa Leon: 36-34. Grande cuore Sir: la Coppa Italia 2020 si assegna al tie break!

La Coppa Italia al tie-break

La Lube parte subito forte e trova il +3 su un errore in attacco di Leon.

Russo beffa la difesa della Lube, poi Leal trova le mani di Atanasijevic, che poi viene murato. Sul +3 per la Lube Heynen chiama i suoi intorno alla sua panchina.

Si va al cambio sul +4 per la Lube. Difficile per la Sir rientrare. Soprattutto quando Atanasijevic manda fuori il servizio.

La Lube prende il largo e Heynen manda in campo Podrascanin. Il video check vede il dito di leon sull’attacco di Diamantini e Civitanova vola verso la vittoria (12-8).

Leon dà entusiasmo, ma poi spara a rete il servizio. Il muro fuori di Podrascanin dà a Civitanova 5 match point. La chiude Leal, al secondo tentativo.

Partita equilibratissima, con Perugia che si è arresa al tie-breack, ma soprattutto è mancata in alcuni punti decisivi nel secondo e nel terzo set. Questa volta la Coppa Italia va a Civitanova Marche.

Sir Safety Conad Perugia – Lube Civitanova Marche 2-3 (25-21 23-25 23-25 36-34


Condividi su:


Aggiungi un commento