La Sir espugna l'Eurosuole e batte la Lube al tie break in rimonta

La Sir espugna l’Eurosuole e batte la Lube al tie break in rimonta

Massimo Sbardella

La Sir espugna l’Eurosuole e batte la Lube al tie break in rimonta

Mer, 03/02/2021 - 20:38

Condividi su:


La Sir espugna l’Eurosuole e batte la Lube al tie break in rimonta

Grande gara dei Block Devils che soffrono, ritrovano gli ace di Leon nel quarto set e vincono conquistando il primo posto nella stagione regolare

La Sir espugna l’Eurosuole di Civitanova Marche, batte la Lube al tie break e in testa alla Superlega allunga sui marchigiani, conquistando matematicamente il primo posto nella stagione regolare.

Sir e Lube si sono ritrovate di nuovo di fronte dopo la finale di Coppa Italia dominata dalla formazione marchigiana. E l’avvio è stato ancora molto difficile per i Block Devils. Che sono riusciti a rispondere nel secondo set e che nel quarto hanno finalmente ritrovato Leon, autore di 4 ace, di cui 3 consecutivi.

Sir ancora costretta alla rimonta al tie break. Dove è tornato ancora decisivo, nel finale, Plotnytskyi. Vendicata la sconfitta di Coppa Italia, con un successo che dimostra che la Sir, anche se non ancora al meglio, sta tornando sui suoi livelli.

Il tabellino

Lube Civitanova Marche – Sir Safety Conad Perugia 2-3
(25-21; 23-25; 25-23; 20-25; 14-16)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 1, Rychlicki 14, Simon 10, Anzani 10, Leal 20, Juantorena 22, Balaso (libero), Kovar 1, Marchisio, Yant 1, Hadrava, Falaschi. N.e.: Larizza (libero), Diamantini. All. De Giorgi, vice all. Giolito.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 3, Ter Horst 12, Russo 1, Solè 12, Leon 29, Plotnytskyi 15, Colaci (libero), Piccinelli, Ricci 7, Zimmermann, Atanasijevic 4, Vernon-Evans. N.e.: Biglino (libero), Sossenheimer. All. Heynen, vice all Fontana.

Arbitri: Massimo Florian – Umberto Zanussi

LE CIFRE – CIVITANOVA: 16 b.s., 6 ace, 44% ric. pos., 20% ric. prf., 49% att., 8 muri. PERUGIA: 15 b.s., 7 ace, 58% ric. pos., 35% ric. prf., 49% att., 8 muri.

Primo set

Solito equilibrio iniziale tra le due formazioni, con molti break da una parte e dall’altra. La Sir soffre il servizio. E per aggirare il muro di Civitanova, insuperabile in Coppa Italia, i Block Devils sono costretti a cercare angolazioni difficili in attacco, finendo per sbagliare molti colpi.

E così la Lube, approfittando degli errori di Perugia, prende il largo (16-10) con un parziale di 5-0.

L’inerzia del set non cambia, perché i Block Devils vanno in difficoltà in ricezione e non riescono a mettere giù il pallone.

Due errori della Lube e il punto di Ricci (mandato in campo al posto di Russo) consentono alla Sir di avvicinarsi (21-17).

I Block Devils riescono a rimontare fino al 23-20, ma l’errore al servizio di Plotnytskyi dà ai padroni di casa 4 set points. E al secondo tentativo la Lube la chiude (25-21) con l’attacco vincente di Leal.

Secondo set

Nel secondo set i padroni di casa provano a scappare con l’ace di Juantorena (5-1).

Heynen chiama i suoi per provare a scuoterli. E le indicazioni del mister sembrano avere effetto, perché i Block Devils recuperano e si portano avanti 9-7 con un break di 5-0 sul servizio di Ricci.

La Lube trova il pari (9-9) con un ace di Giant. Travica riporta avanti i Block Devils, che ora possono contare anche sul buon rientro di Atanasijevic.

Ora le due squadre giocano alla pari.

Ora è Plotnytskyi a dare la spinta in più ai Block Devils. Sul turno al servizio di Oleh (anche un ace per lui) Perugia prova l’allungo portandosi sul +3 (20-17).

De Giorgi riorganizza i suoi, che trovano il pari e si riportano avanti. Punto a punto nella volata di questo equilibratissimo secondo set.

L’attacco vincente di Leon dà alla Sir il primo set point, che Plotnytskyi sfrutta al meglio (25-23): parità!

Terzo set

Subito un break Lube in avvio (3-0). I Block Devils si riportano sotto, ma i padroni di casa trovano un nuovo break (9-5).

Ace di Leal (17-11). L’inerzia del set non cambia. Sul 18-11 Heynen chiama i suoi. Ma il set appare compromesso sui troppi errori dei Block Devils. Anche perché la battuta non entra.

La Sir riesce però a reagire e a portarsi sul -3 (21-18). La Lube si trova a giocarsi 4 set point. I Block Devils ne annullano tre, poi l’errore al servizio di Atanasijevic dà il secondo punto alla Lube (25-23).

Quarto set

Block Devils determinati in avvio di quarto set. Finalmente arriva anche l’ace di Leon per il vantaggio (4-3).

Ancora un attacco in diagonale di Wilfredo, finalmente entrato in partita (10-7).

Ma lo show del cubano naturalizzato polacco arriva nel nuovo turno di servizio, con tre ace di fila che fanno volare la Sir a +7 (16-9).

La Lube prova ad accorciare, ma i Block Devils ora giocano bene!

Ancora l’attacco vincente di Leon che regala 5 set point ai Block Devils. La Lube annulla il primo con Leon. Ma sull’errore di Rychlicki arriva l’importantissimo set per la Sir (25-20). Che manda le due squadre al tie break, ma che comunque consentirà ai Block Devils di mantenere la testa della Superlega.

Tie break

Punto a punto ad inizio del tie break. La Sir ora difende, la Lube fatica a mettere giù palloni con i suoi campioni.

Break e vantaggio dei padroni di casa sul servizio di Rychlicki.

La Sir trova il pari con il muro di Solè (6-6), che poi trova il sorpasso in primo tempo.

Muro di Leon per il possibile doppio vantaggio Sir, ma viene fischiata invasione.

E così è la Lube a passare avanti e ad allungare con le giocate di Juantorena (12-9).

La Sir ha la forza di trovare il pari (13-13) sul turno al servizio di Leon. De Giorgi prova a deconcentrare gli avversari con due time out di seguito. La Lube si salva sul servizio di Leon, ma nulla può sull’attacco di Plotnytskyi.

De Giorgi chiama l’invasione proprio dell’ucraino. Il lunghissimo videocheck sembra dar torto inizialmente a De Giorgi, ma poi assegna il punto del pari. Si va ai vantaggi (14-14). Out Rychlicki, ace di Ricci: Perugia espugna Civitanova (14-16).

I commenti

Cosi Fabio Ricci, autore dell’ace vittoria al termine di una gara con tanta sostanza: “Vittoria importante per la regular season, ma soprattutto era importante battere un colpo dopo la Coppa Italia per noi stessi. Dovevamo riscattarci e ripartire. Magari non abbiamo espresso una grande pallavolo, ma ce la siamo portata a casa e questo conta”.

Sebastian Solè: “Avevamo ancora in corpo la delusione per la sconfitta di Bologna, è stato difficile. Anche stasera siamo stati sotto a tratti, ma abbiamo tirato fuori tanto coraggio ed una buona pallavolo. E alla fine è arrivata una vittoria buona per il morale e per la classifica”.

Primo posto blindato, ora la Champions

Chiuso dunque il discorso per il primo posto, la Sir è attesa ora sabato dall’ultimo turno in casa con Monza, ininfluente in termini di classifica. E soprattutto dalla bolla di Champions del 9-11 febbraio, che si giocherà al PalaBarton per cercare il pass per i quarti di finale. E sarà ancora sfida Sir – Lube.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!