Incendio a Sant’Andrea delle Fratte, divorato capannone | Aggiornamento

Incendio a Sant’Andrea delle Fratte, divorato capannone | Aggiornamento

Maxi intervento dei vigili del fuoco nella frazione di Perugia | Salvo un deposito di attrezzature odontoiatriche


share

Aggiornamento alle 10.30 del 28 dicembre – Sono ancora in corso le attività dei vigili del fuoco di Perugia nell’edificio di via Penna, a Sant’Andrea delle Fratte, interessato da un vasto incendio che si è sviluppato ieri sera. Ben 15 i vigili del fuoco intervenuti, con 6 automezzi, che intorno alle 23 hanno domato il rogo. Sul posto è rimasta una sola squadra per il controllo degli ultimi focolai, il “minuto spegnimento” degli ultimi focolai e quindi le operazioni di smassamento dei residui. Attività, quest’ultima, che questa mattina è ancora in corso.

Le fiamme minacciavano di  avvolgere l’intera struttura – un edificio diviso in più zone – ma il rapido  e massiccio intervento dei vigili del fuoco ha consentito di contenere l’incendio nel compartimento dove si era sviluppato, vale a dire quello che ospitava un magazzino di scarpe ed altri materiali combustibili. Sono stati infatti evitati danni seri ai locali  contigui adibiti a depositi e laboratori ed in particolare ad un deposito di attrezzature odontoiatriche dove era presente materiale di notevole valore economico.

La struttura presenta danni in corso di valutazione: sono caduti a terra  i materiali che costituivano la copertura, mentre la struttura portante è ancora al proprio posto, così come le  pareti laterali sono ancora  esistenti seppur parzialmente annerite. Il massiccio impiego di  idranti e lance antincendio ha consentito di limitare i danni anche alla struttura oltre che ai locali adiacenti. Non si conoscono, per il momento, le cause dell’incendio.  Sul posto è intervenuto personale della Polizia di Stato, dell’Arpa e della Usl. Fortunatamente non si riscontrano danni a persona.


Dalle 20 circa di questa sera (27 dicembre) i pompieri di Perugia sono impegnati in un vasto incendio che ha interessato un capannone di Sant’Andrea delle Fratte. L’edificio è andato quasi completamente distrutto.

Sul posto cinque squadre dei pompieri per cercare di domare le fiamme di uno dei più impegnativi roghi mai visti nel territorio.

Le fiamme hanno interessato un deposito di calzature in via Sandro Penna, e ad alimentare il rogo sono stati proprio i materiali in plastica e le sostanze presenti e resistenti all’acqua. Dall’aeroporto è stata fatta arrivare anche l’autobotte a massima capienza.

Fortunatamente nessun ferito ma un lavoro straordinario dei soccorritori che ha evitato anche il coinvolgimento dei capannoni attigui. Sul posto responsabili Arpa per valutare la situazione dell’aria rispetto ai fumi emessi dall’incendio.

share

Commenti

Stampa