Incendio al punto riciclo auto, i divieti del Comune a tutela della salute - Tuttoggi

Incendio al punto riciclo auto, i divieti del Comune a tutela della salute

Redazione

Incendio al punto riciclo auto, i divieti del Comune a tutela della salute

L’incendio che ha interessato una parte del materiale depositato esternamente riferibile all'attività di rottamazione auto, potrebbe aver prodotto agenti inquinanti
Dom, 09/08/2020 - 12:17

Condividi su:


Incendio al punto riciclo auto, i divieti del Comune a tutela della salute

A seguito dell’incendio che si è sviluppato ieri in un punto riciclo auto di Sant’Andrea delle Fratte, il Comune di Perugia ha emesso un’ordinanza a tutela della salute pubblica dei cittadini che vivono e lavorano nelle vicinanze dell’azienda andata a fuoco.

L’ordinanza

L’incendio che ha interessato una parte del materiale depositato esternamente riferibile all’attività di rottamazione auto, potrebbe aver prodotto agenti inquinanti.

Grazie all’intervento tempestivo dei Vigili del Fuoco di Perugia l’incendio è stato di breve durata, ma per precauzione l’Agenzia di Protezione Ambientale dell’Umbria e USL Umbria 1 procederanno ai dovuti controlli.

Per questo motivo, con l’ordinanza n.884 dell’08-08-2020, il comune ha momentaneamente disposto alcune restrizioni per un raggio di 3 Km dal luogo dell’incendio.

Le restrizioni e i divieti

a) consumo di prodotti alimentari coltivati nell’area suddetta solo dopo accurato lavaggio con acqua, associato a strofinazione delle superfici e, ove possibile, alla rimozione del rivestimento superficiale mediante spellatura o sbucciatura;

b) divieto di consumo dei prodotti coltivati nell’area individuata, da parte dei soggetti più a rischio, come bambini, donne in gravidanza e in allattamento;

c) divieto di pascolo e razzolamento degli animali da cortile;

d) divieto di utilizzo dei foraggi e cereali destinati agli animali, raccolti nell’area interessata dall’incendio;

e) alle aziende ubicate nell’area interessata dal predetto incendio, di provvedere all’eventuale manutenzione straordinaria degli impianti di ventilazione meccanica con prelievo di aria dall’esterno;