In Umbria l’impresa è sempre più “bio”

In Umbria l’impresa è sempre più “bio”

I prodotti non contaminati diventano un affare: i dati nella regione

share

Nell’Umbria verde anche l’impresa si fa sempre più “bio”. Secondo l’elaborazione di Accredia, ente costituito da UnioCamere e InfoCamere, al 30 settembre dell’anno appena trascorso sono salite a 1.422 le imprese certificate “bio” presenti nella regione, il 2,3% di tutte le imprese biologiche italiane.

In Umbria ogni 10.000 imprese iscritte al Rec delle Camere di commercio – riferisce la Camera di Commercio di Perugia – 151 sono “bio”, settimo posto nella graduatoria di tutte le regioni italiane.

Ma il biologico non è diffuso in modo uniforme nel territorio regionale: l’82% della produzione biologica umbra è concentrato infatti in provincia di Perugia, dove operano 1.168 imprese bio, 160 ogni 10.000 imprese registrate, al 32/o posto tra le 105 province italiane. In provincia di Terni sono invece solo 254, al momento, le imprese certificate “bio” con una incidenza di 117 imprese ogni 10.000 registrate.

share

Commenti

Stampa