Gubbio, 2950 firme contro l'incenerimento Css nelle cementerie - Tuttoggi

Gubbio, 2950 firme contro l’incenerimento Css nelle cementerie

Redazione

Gubbio, 2950 firme contro l’incenerimento Css nelle cementerie

Le sottoscrizioni per scongiurare l'utilizzo del Combustibile Solido Secondario sono state consegnate al sindaco Stirati e all'assessore Tasso
Mar, 02/05/2017 - 14:09

Condividi su:


Gubbio, 2950 firme contro l’incenerimento Css nelle cementerie

Sono state consegnate questa mattina, nelle mani del sindaco Filippo Mario Stirati e dell’assessore Alessia Tasso, le 2.950 firme finora raccolte dal ‘Comitato per la tutela ambientale della conca eugubina’, per scongiurare l’utilizzo del CSS – Combustibile Solido Secondario nelle cementerie di Gubbio.

Ricordando le lotte trentennali dei cittadini del territorio – si legge in una nota del Comitato – per contestare la politica della Regione Umbria che, autorizzando impianti di smaltimenti dei rifiuti, ha messo a rischio l’ambiente e la salute dei cittadini, il Comitato riafferma la totale incompatibilità tra le vocazioni di Gubbio e le tentazioni minacciose di bruciare i rifiuti, che spesso riemergono. Coloro che amano la città e la natura che la circonda, considerano inconciliabile questa immagine con la possibilità di incenerire i rifiuti, mettendo a rischio l’ambiente e la salute umana”.

Tra i firmatari sono presenti sia eugubini che turisti italiani e stranieri, nonché molti pellegrini che si trovano a percorrere il ‘Sentiero Francescano’ e altri luoghi del territorio.

Il sindaco Stirati e l’assessore Tasso, nel ricevere la delegazione del Comitato hanno dichiarato: “Quanto richiesto è già ampiamente ribadito nella politica di tutela ambientale del nostro programma di governo. Il chiaro segnale che arriva da voi è ulteriore conferma della nostra volontà di impedire l’utilizzo dell’incenerimento del CSS. L’impegno ad attuare un incremento della raccolta differenziata va proprio nella direzione di abbattere la produzione dei rifiuti e privilegiare la strada dei riciclaggio a vari livelli, come dimostrano le tante iniziative da noi intraprese in questa direzione”.

Per chi volesse ancora sottoscrivere l’appello, sono disponibili i moduli presso l’agenzia ‘Le Colibrì’ in via Mazzatinti oppure scrivere alla mail comitatoconcaeugubina@gmail.com

Aggiungi un commento