Giochi de le Porte, come cambiano accessibilità, orari e regole | Ecco tre ordinanze - Tuttoggi

Giochi de le Porte, come cambiano accessibilità, orari e regole | Ecco tre ordinanze

Redazione

Giochi de le Porte, come cambiano accessibilità, orari e regole | Ecco tre ordinanze

Mar, 21/09/2021 - 18:57

Condividi su:


Tutte le informazioni per chi parteciperà alla manifestazione nella "Bolla" ma anche per residenti e commercianti

Nel prossimo fine settimana, dopo un anno di assenza causa Covid-19, torneranno a Gualdo Tadino i Giochi de le Porte, in un’edizione straordinaria per quanto riguarda regole e limitazioni volte a garantire la sicurezza e la salute di partecipanti, pubblico e residenti.

Nella giornata odierna (21 settembre) il sindaco Massimiliano Presciutti, insieme alla Giunta e al comandante dei Vigili Urbani Gianluca Bertoldi, ha illustrato tre ordinanze – N° 126, 127 e 128 – che saranno in vigore durante i tre giorni della manifestazione (24-25-26 Settembre) e che riguarderanno orari, accessibilità e regole da seguire nella “Bolla”, il divieto di somministrazione e vendita di alcolici, orari di chiusura di pubblici esercizi e le modifiche temporanee alla circolazione stradale.

Questa edizione si svolge non per fare contento il sindaco, ma per il bene della città – ha sottolineato Presciutti I Giochi de le Porte sono un tratto identitario della comunità, riconosciuto anche dal Ministero della Cultura e sono legati ad aspetti di carattere culturale, storico, sociale ed indubbiamente anche di carattere economico”.

Accesso ai varchi solo con Green Pass e prenotazioni

A tal proposito il sindaco ha chiarito che prima della chiusura dei varchi nulla cambia per accedere al centro storico e recarsi nelle singole attività economiche presenti. Una volta attivati i varchi, invece, potranno accedere al centro solo le persone munite di Green pass (under 12 non c’è obbligo secondo la normativa ma si consiglia di fare il tampone), con prenotazione per vedere gli eventi o prenotazione scritta per andare a mangiare in taverna o nei pubblici esercizi. Chi possiede solo la prenotazione per la taverna non potrà andare nei luoghi (tribune e posti in piedi) presenti lungo il percorso durante gli eventi.

I residenti o possessori di immobili o titolari/dipendenti delle attività economiche potranno transitare su pubblica via tranne quando si svolgeranno gli eventi, se non si avrà la prenotazione allo spettacolo.
Titolari e dipendenti delle attività dopo gli orari di chiusura dei varchi potranno accedere alla “Bolla” presentando una autocertificazione (moduli scaricabili che si trovano in internet). Il pubblico che prenota un posto in tribuna o in piedi per un determinato spettacolo, potrà transitare liberamente e recarsi nelle attività economiche presenti nella “Bolla”, se lo vorranno, fino all’orario di inizio dell’evento prenotato.

“Bolla” off limits dopo mezzanotte

Nei tre giorni dei Giochi de le Porte tutte le attività economiche dovranno chiudere alle ore 24 e successivamente si avrà mezz’ora per tornare a casa. Dalle ore 00.30 alle ore 6 di mattina nessuno potrà transitare o sostare nella “Bolla”, dove vi sarà l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto.

Invito tutti i cittadini alla massima responsabilità per la riuscita di questa manifestazione, perché se il venerdi o il sabato dovessero emergere dei problemi i Giochi verranno interrottiha aggiunto Presciutti – Sono certo però che il popolo gualdese dimostrerà grande senso di maturità e potrà essere preso d’esempio anche da altre realtà che vorranno organizzare in futuro le loro manifestazioni”.

Zona ad accesso limitato

Nello specifico delle Ordinanze la N° 126 istituisce una zona ad accesso limitato di persone nel centro storico di Gualdo Tadino (la cosiddetta “Bolla”): nei giorni 24 e 25 dalle ore 17 alle 24 e il 26 dalle 11.30 alle 20 potranno accedere alla “Bolla” solo le persone in possesso di Certificazione Verde Covid-19 e, in aggiunta, di uno dei seguenti titoli di accesso:

  • Prenotazione per assistere alla manifestazione con posto assegnato e braccialetto identificativo;
  • Prenotazione scritta per consumazione o asporto pasti in taverna o in un pubblico esercizio;

L’accesso potrà avvenire esclusivamente dai seguenti 9 varchi pedonali, che delimitano i confini della “Bolla”, istituiti e presidiati da personale di sicurezza e volontari, delegati al controllo delle credenziali di accesso, compreso “Green Pass”:

  • Varco A – Presso sede Agenzia delle Entrate
  • Varco B – Presso Arco Corso Piave;
  • Varco C – Via della Resistenza;
  • Varco D – Via Lucantoni (Angolo Bar Ascani);
  • Varco E – Via Don Bosco (Presso Liceo Casimiri);
  • Varco F – Via Pennoni (angolo via Serrasanta)
  • Varco G – Presso via della Rocca
  • Varco H – Presso via V Luglio – angolo Via Santo Marzio
  • Varco I – Via Roma -angolo via Nino Bixio

Quale che sia il titolo di accesso non sarà consentito il superamento dei succitati varchi in assenza di “Certificazione Verde”. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il mancato rispetto degli obblighi di cui al presente provvedimento è punito ai sensi dell’art. 4 del decreto legge 25/3/2020 n. 19 e ss.mm.ii. con l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria pari a 400 euro.

Le regole per ristoranti e bar

Sull’intero territorio comunale per titolari di bar, ristoranti, esercizi commerciali, (vicinati, medie strutture, grandi strutture), attività artigianali e qualsiasi altro tipo di attività assimilabile l’ordinanza N° 127 stabilisce i seguenti obblighi:

  • Divieto assoluto della somministrazione di bevande superalcoliche (bevande con grado alcolico superiore a 21 gradi) e di somministrazione e vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche nei giorni 24, 25 e 26 settembre
  • Divieto assoluto di asporto di qualunque tipo di bevande se non contenute in bicchieri di plastica. È vietato cedere agli avventori e/o ai clienti qualsiasi contenitore di vetro o lattine nei giorni 24, 25 e 26 settembre
  • Per le notti comprese tra il 24 e il 27 settembre l’orario di chiusura per tutte le attività è fissato alle ore 24.
  • Per le notti comprese tra il 24 e il 27 settembre l’orario di chiusura delle Taverne è fissato alle ore 24. Anche per le Taverne delle Porte valgono le limitazioni di cui ai precedenti punti 1 e 2.

L’inosservanza delle disposizioni dei 4 punti determinerà l’applicazione delle sanzioni a carattere amministrativo consistenti nel pagamento di una somma da 500 a 5.000 euro. Si ribadisce che i gestori dei Pubblici esercizi (bar, ristoranti ed attività assimilabili comunque denominate) dovranno autonomamente garantire lo sgombero del locale entro il termine fissato (art. 186 R.D. n. 635/1940- sanzione 308 euro), e l’apertura ed il funzionamento dei servizi igienici all’interno dei locali. In caso di inosservanza si procederà al ritiro della autorizzazione sanitaria e alla conseguente chiusura dell’esercizio.

Come cambia la circolazione

L’ordinanza N° 128 stabilisce il divieto di circolazione e sosta con rimozione per tutti i veicoli, eccetto gli autorizzati, con le seguenti modalità:

  • Venerdì 24 settembre e sabato 25 settembre è vietata la circolazione e la sosta in Via Bersaglieri, C.so Piave, C.so Italia, P.za Martiri, Via Storelli, Via Calai, Via De la Porta di sotto e Via del Filosofo dalle ore 14.00 alle 03.00 del giorno successivo.
  • Domenica 26 settembre è vietata la circolazione e la sosta per le vie sopra citate compresa via della Rocca e Piazza Dante Alighieri dalle ore 00,00 alle ore 24,00.
  • Le Vie V luglio e G. Mancini verranno chiuse al traffico dalle ore 17.00 alle ore 24.00 il giorno sabato 25 settembre per favorire l’ingresso dei cortei al centro storico.
  • Nei giorni 24 e 25 settembre dalle ore 17 alle 24 e il giorno 26 settembre dalle 11.30 alle 20 viene istituito senso unico di circolazione in via Matteotti dall’intersezione con via Mancini fino all’intersezione con la SS Flaminia; e viene invertito il senso unico di circolazione in via N. Bixio con direzione di marcia S.Rocco-Flaminia

Per quanto dettato dalla presente Ordinanza, verrà installata apposita segnaletica stradale. Nelle ore e nei giorni in cui vige il divieto di sosta e circolazione possono transitare le auto di servizio, dei residenti nel centro storico (muniti di appositi permessi) e i veicoli di servizio delle rispettive taverne purché non rechino intralcio per lo svolgimento della manifestazione. I varchi che conducono al centro storico verranno interdetti alla circolazione con il posizionamento di barriere antisfondamento presidiate. Tali sbarramenti saranno posizionati come segue:

  • sbarramento di Via della Resistenza;
  • sbarramento di Via Don Bosco;
  • sbarramento in Via F. Storelli all’altezza della seconda sbarra di delimitazione della ZTL.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!