Galleria Valnerina chiude tra le polemiche, a Scheggino postazione del 118

Galleria Valnerina chiude tra le polemiche, a Scheggino postazione temporanea 118

Sara Fratepietro

Galleria Valnerina chiude tra le polemiche, a Scheggino postazione temporanea 118

Dom, 26/09/2021 - 15:07

Condividi su:


Chiude la galleria che collega l'Umbria alla Valnerina, polemiche su vari fronti. E intanto l'Usl attiva una postazione provvisoria del 118

Chiuderà all’una della notte tra domenica 26 e lunedì 27 settembre la galleria “Forca di Cerro” che collega Spoleto alla Valnerina, lungo la ss 685 delle Tre Valli Umbre.

Una chiusura di almeno 3 settimane (l’ordinanza disponibile sul sito internet dell’Anas indica come conclusione dei lavori il 16 ottobre, il comunicato stampa diramato contestualmente dalla stessa azienda il 23 ottobre) necessaria per rifare il manto stradale all’interno della galleria e su cui sono in corso molte polemiche.

Chiusura galleria Valnerina, tragitto più lungo e danni economici

I timori sono legati ai rallentamenti che il percorso alternativo comporterà per studenti e lavoratori in primis da Spoleto (e dalla Flaminia) alla Valnerina e viceversa. Teoricamente passare per la strada regionale 395 ed il valico di Forca di Cerro, infatti, comporta un tragitto di soli 4 km in più (per lo meno per andare verso Cerreto di Spoleto ed oltre, diversa la situazione in direzione sud) rispetto a percorrere quella che è solitamente definita la galleria della Valnerina. In realtà, però, con anche i mezzi pesanti e gli autobus dirottati lungo la strada di montagna, i tempi di percorrenza saranno di molto aumentati. Per non parlare poi chi deve raggiungere Sant’Anatolia di Narco o Scheggino o la Valnerina ternana.

La vallata già provata dal terremoto di 5 anni fa, dunque, rischia di nuovo un pesante isolamento, seppure per poche settimane. Visto che il tragitto alternativo scoraggerà senza dubbio visitatori e turisti in questo periodo. E i lavori comunque proseguiranno per un anno intero anche se solo con la chiusura notturna della galleria, tanto che le attività locali (ristoranti ed alberghi in primis dell’Alta Valnerina) già hanno iniziato a chiedere a gran voce misure economiche di sostegno.

Presidio medico aggiuntivo: postazione 118 a Scheggino

I timori della popolazione sono legati anche a motivi di sicurezza e salute in caso di emergenze in queste 3 o 4 settimane. L’ospedale di Norcia, già da tempo ridotto a nosocomio territoriale, è chiuso dal terremoto del 2016. Quello di Spoleto (con i servizi dell’emergenza – urgenza ancora ridotti) diventa ora meno raggiungibile, per non parlare dell’ospedale di Foligno.

Proprio per ovviare a questi problemi, l’Usl Umbria 2, in accordo con la Regione Umbria, dalle 20 di oggi (domenica 26 settembre) e per tutta la durata dei lavori ha previsto un’ambulanza del 118 aggiuntiva. Il mezzo di soccorso, messo a disposizione dall’associazione Stella d’Italia, sarà al servizio del territorio della bassa Valnerina h24 e verrà attivato nella sede del centro di salute della Usl Umbria 2 a Scheggino consentendo interventi di soccorso e trasporto sanitario più rapidi ed efficaci. Da qui, infatti, l’ambulanza potrà raggiungere rapidamente i comuni vicini e raggiungere con facilità, se necessario, l’ospedale di Terni.

Voglio ringraziare l’Usl e la Regione Umbria nelle persone della presidente Tesei e dell’assessore alla sanità Coletto, che, come in occasione di altre emergenze, dimostrano la loro vicinanza alla popolazione. Un ringraziamento anche alla Stella d’Italia” è il commento del sindaco di Scheggino, Fabio Dottori. Che evidenzia come la presenza dell’ambulanza del 118, a servizio anche dei comuni di Sant’Anatolia di Narco e Vallo di Nera, “servirà ad alleviare il disagio causato dalla chiusura della strada e garantirà un servizio di emergenza rapido in questo periodo di inevitabile disagio“. Un ringraziamento particolare alla Presidente della Giunta Regionale ed all’Assessore alla Sanità che, come in occasione di altre emergenze, dimostrano la loro vicinanza alla popolazione.

(foto di repertorio)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!