"Frazioni abbandonate a loro stesse?", il residente Bazzucchi (Pd) "Tutt'altro!" - Tuttoggi

“Frazioni abbandonate a loro stesse?”, il residente Bazzucchi (Pd) “Tutt’altro!”

Redazione

“Frazioni abbandonate a loro stesse?”, il residente Bazzucchi (Pd) “Tutt’altro!”

Mar, 16/02/2021 - 11:31

Condividi su:


“Frazioni abbandonate a loro stesse?”, il residente Bazzucchi (Pd) “Tutt’altro!”

Il capogruppo Pd Gabriele Bazzucchi parla da residente di Pieve di Compresseto "Tutto si può dire tranne che le frazioni gualdesi sia state abbandonate"

Pieve di Compresseto e Poggio Sant’Ercolano abbandonate a loro stesse?”. Non è affatto d’accordo con le parole di Forza Italia Gabriele Bazzucchi, capogruppo del Partito Democratico ma soprattutto residente nella prima delle due frazioni di Gualdo Tadino.

Bazzucchi riferisce infatti come lui stesso, fin dalla vittoria alle amministrative 2019, abbia “sempre portato all’attenzione di assessori e uffici competenti problematiche, criticità e istanze dei cittadini non solo di Pieve di Compresseto ma anche di Poggio Sant’Ercolano e Osteria Cerasa“.

L’ultima relazione protocollata del capogruppo Pd risale al novembre 2020 quando, con sindaco e giunta, ha condiviso un percorso di azioni e interventi: dal rifacimento del manto stradale di “via del Bianchello” e “via del Buzzaneto”, passando per il completamento di “via casa Petrina” alla sistemazione di “Via della Madonnuccia”, dalle grandi frane che insistono a Pieve e Poggio alla situazione della “Strada del Renaio”, oltre alle richieste degli abitanti di Osteria Cerasa (tra cui la pubblica illuminazione).

Bazzucchi ricorda anche di aver protocollato, agli uffici comunali e provinciali, documentazioni con tanto di foto per mostrare disagi e problemi su tutte le strade con bisogno urgente di manutenzione. Ha poi annunciato che sono stati appaltati i lavori per far tornare fruibile la chiesa interna al cimitero di Pieve di Compresseto e che l’ufficio patrimonio del Comune sta acquistando materiali ed oggetti che andranno ad integrare il parco giochi della stessa frazione, “il tutto concordato con i residenti”.

A tutto questo si devono aggiungere le richieste alla direzione generale di Poste Italiane, poi accolte, per la riapertura dell’ufficio postale di Pieve di Compresseto e i lavori di Umbria Acque a Osteria Cerasa, “che dopo decenni di richieste inascoltate, nei prossimi mesi troveranno compimento definitivo“.

Sicuramente si può fare di più e si deve proseguire negli interventi, molti dei quali già programmati – sottolinea Bazzucchi – ma di certo non si può dire a me come all’amministrazione tutta di aver abbandonato le frazioni di Pieve di Compresseto, Poggio S. Ercolano ed Osteria Cerasa (quest’ultima mai citata da FI ma parte integrante della zona periferica che racchiude questi tre paesi).

Ai consiglieri Silvia Minelli e Fabio Viventi il capogruppo Pd ricorda infine che il movimento franoso della strada di Rancaglianon solo non è stato dimenticato ma è altresì fortemente attenzionato, inserito nel piano triennale delle opere pubbliche ed oggetto di richiesta di finanziamento per la progettazione esecutiva presso il ministero dell’interno, a valere sui fondi di messa in sicurezza per il dissesto idrogeologico per un totale lavori dell’importo di circa 750.000 euro, stante l’entità del dissesto”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!