FONDAZIONE "GIUBILEO ONLUS": UNA REALTA' CITTADINA POCO CONOSCIUTA - Tuttoggi.info

FONDAZIONE “GIUBILEO ONLUS”: UNA REALTA' CITTADINA POCO CONOSCIUTA

Redazione

FONDAZIONE “GIUBILEO ONLUS”: UNA REALTA' CITTADINA POCO CONOSCIUTA

Lun, 26/10/2009 - 15:14

Condividi su:


Nel 2000, allorquando si rese necessario ristrutturare l'immobile di S. Paolo, la città si trovò a fronteggiare una seria alternativa: o accettare la diaspora degli anziani ospitati verso varie strutture lontane dal luogo di residenza ovvero reperire con immediatezza nel nostro territorio un immobile davvero idoneo a riceverli e porre così definitivamente all'indice le condizioni ormai insostenibili che la struttura di S. Paolo li costringeva a subire. Inoltre esisteva il problema di trovare per la Istituto Alberghiero una degna sede, in tempi molto rapidi per un discorso di finanziamenti.

Mons. Riccardo Fontana e Massimo Brunini (Arcivescovo e Sindaco pro-tempore) ebbero l'idea di affittare un immobile ubicato a Terraia e renderlo velocemente idoneo a ricevere i ricoverati di S. Paolo e quindi poter iniziare i lavori di ristrutturazione dell'immobile.

Tale iniziativa, se da una parte conseguiva il duplice scopo di cancellare la “vergogna” di S. Paolo ed evitare che i nostri anziani venissero dispersi in varie strutture fuori dal territorio spoletino, dall'altra richiedeva un notevole impegno finanziario per adeguare “Terraia” alle nuove esigenze. Nel frattempo la ASL n. 3 assunse la gestione della struttura; la Curia Arcivescovile provvide a fronteggiare le onerose spese iniziali e, contestualmente, lanciò l'idea di dare vita ad una Fondazione che si facesse carico di gestire il complesso problema dal punto di vista strutturale e amministrativo che avrebbe trovato la soluzione finale con il completamento dei lavori necessari per conferire all'immobile citato le caratteristiche necessarie per soddisfare le nuove funzioni assunte.

Nacque così la Fondazione Giubileo Onlus, che prese il nome dall'anno di nascita cosi da sancire il momento storico in un duplice senso sia nazionale che locale legato alla realtà spoletina; regolarmente iscritta nel Registro Regionale delle persone giuridiche, con il suo Consiglio di Amministrazione e con il suo Collegio Sindacale.

L'Art. 3 dello Statuto della Fondazione chiarisce che la stessa ” persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale a favore degli anziani: in tal senso si prefigge lo scopo di fornire assistenza sociale con particolare riguardo alla persone anziane meno abbienti. A tal fine può compiere attività di accoglienza, di tutela e valorizzazione degli anziani, nonché di gestione diretta di strutture di servizi, con preferenza verso le strutture idonee allo scopo, anche in collaborazione con le istituzioni locali preposte alle problematiche degli anziani…”. Le cariche di Presidente, di Vice Presidente e di Consigliere sono gratuite, come lo sono quelle dei componenti il Collegio Sindacale.

Ciò che contraddistingue la Fondazione Giubileo è il criterio seguito per la sua composizione, che non trova riscontro in analoghi organismi locali, nel senso che si è inteso coinvolgere tutta la città nel problema davvero sensibile e delicato quale quello del sostegno degli “anziani”. Infatti tra i soci fondatori dell'organismo troviamo il Comune, la Curia Arcivescovile, gli Istituti finanziari locali ( Fonazione Carispo, Spoleto Crediti e Servizi, Banca Popolare di Spoleto, Cassa di risparmio di Spoleto), i due Centri Sociali Anziani cittadini (“S. Carlo” e “Passo Parenzi”) e l' Associazione Amici di Spoleto.

Nei suoi otto anni di vita, la Fondazione Giubileo, grazie al forte e consolidato spirito di sana collaborazione di tutti i soci ed in particolare alla disponibilità degli Istituti finanziari, oltre ad aver sanato, attraverso un percorso tecnico amministrativo irto di ostacoli e difficoltà burocratiche, lo stato debitorio pregresso è più volte intervenuta, erogando consistenti fondi, per apportare continue migliorie alla struttura fino al conseguimento della messa a norma totale sotto il punto di vista della sicurezza dell'immobile, non ultima l'installazione di un impianto di climatizzazione del locali del piano terra – ove soggiornano e pranzano gli ospiti – e di stanze del primo piano, in modo da portare, anche grazie ad importanti interventi della ASL n. 3, il complesso di Terraia in una situazione davvero dignitosa e confortevole.

Oggi la Fondazione Giubileo può essere legittimamente orgogliosa del lavoro svolto in quanto i nostri anziani possono disporre di una RSA (Residenza Sanitaria Assistita) decorosa e confortevole, in grado di ricevere 37 ospiti di cui 12 in RSAe 25 in RP (residenza protetta).

Inoltre, la Fondazione Giubileo, oltre a seguire costantemente “Terraria” dove i problemi infrastrutturali di vario genere non mancano mai, non ha certo trascurato altri numerosi interventi sempre a favore degli anziani tra i quali si citano:

  • il contributo a favore dell'Hospice, fiore all'occhiello della Sanità locale, per l'arredo della struttura;

  • la partecipazione al programma di “Assistenza domiciliare leggera”, per anziani (teleassistenza, telesoccorso, consegna farmaci a domicilio, piccole commissioni, piccoli interventi medici a domicilio, ecc.) organizzato all'interno dell'Ambito Territoriale n. 9 della Regione Umbria;

  • vari contributi all'Associazione “Malattia di Alzheimer” sia per corsi rivolti a familiari dei malati, sia per varie attività terapeutiche a favore di questi ultimi;

  • consistente contributo alla Croce Verde per dotare un pulmino di nuova acquisizione delle attrezzature per l'imbarco e la sistemazione a bordo di anziani disabili;

  • molteplici altri interventi a favore di Varie Associazioni che si interessano di anziani.

La Fondazione Giubileo Onlus costituisce oggi una realtà di volontariato costantemente impegnata in un compito di rilievo davvero importante dal punto di vista sociale. Le Istituzioni e le Associazioni in essa inserite rappresentano nel loro insieme la città di Spoleto che, con tutte le sue componenti, ha deciso mantenere nel proprio ambito i suoi anziani non autosufficienti con il fermo intendimento di voler continuare ad assisterli nel migliore dei modi possibili.

In questi giorni sarà reso ufficiale la denominazione e riconoscibilità della Fondazione che con la creazione di un suo simbolo di riconoscimento vuol essere presente in molte realtà che coinvolgono l'anziano nella sua totalità.


Condividi su:


ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_spoleto

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!