Interdittiva antimafia per il Città di Foligno 1928, con l’Avezzano non si gioca

Interdittiva antimafia per il Città di Foligno 1928, con l’Avezzano non si gioca

Il Sindaco Nando Mismetti ha informato la Federazione Nazionale

share

Non c’è fine al peggio in casa Foligno. Dopo le note vicissitudini in campo e fuori, che hanno portato anche all’arresto del presidente Ius, nei confronti della società Città di Foligno 1928 arriva anche un’interdittiva antimafia della Prefettura di Perugia, comunicata ieri sera al sindaco di Foligno Nando Mismetti.

Questo il testo: “In riscontro a quanto richiesto da codesto Comune con nota in data 9 settembre 2016, si informa che con provvedimento n. 5713 del 20 gennaio 2017 è stata emessa comunicazione antimafia a carattere interdittivo nei confronti della ditta in oggetto ai sensi dell’articolo 88 comma 3 del decreto legislativo 159/2011 e successive modifiche e integrazioni, avendo accertato la sussistenza delle cause di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all’articolo 67 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159 e successive modifiche e integrazioni”.

Dopo aver ricevuto questa comunicazione, l’ultima di una stagione disastrosa sotto tutti i profili, il sindaco Mismetti ha informato la Federazione Gioco Calcio.

La gara con l’Avezzano, prevista per domani al “Blasone”, non sarà disputata.

share

Commenti

Stampa