Folignate ritrova in Brasile tavola rubata della 'Madonna di Pale' - Tuttoggi

Folignate ritrova in Brasile tavola rubata della ‘Madonna di Pale’

Claudio Bianchini

Folignate ritrova in Brasile tavola rubata della ‘Madonna di Pale’

Incredibile coincidenza / L'opera era in un 'mercatino delle pulci' a San Paolo
Gio, 24/07/2014 - 15:26

Condividi su:


Messo da poco in archivio il grandioso evento del ritorno in città della ‘Madonna di Foligno’ ora tornerà presto a fare bella mostra di se, la ‘Madonna di Pale’. Un anno da incorniciare – passateci il gioco di parole – per la Diocesi folignate, considerando anche la Santificazione di Angela di Foligno.

La storia di quest’opera d’arte è davvero particolare, sembra ci sia stato davvero un ‘intervento superiore’. Si tratta di una madonna lignea realizzata tra il 1320 ed il 1350 contornata da bensedici tavole raffiguranti alcune scene della vita di Gesù. Era il tabernacolo dell’eremo di Santa Maria Giacobbe, incastonato proprio nel monte di Pale.

Nel 1964 tutta la struttura, composta da una statua della Madonna con bambino e quattro ante fu trafugata. L’opera però fu presto recuperata, quindi restaurata e ricollocata nella chiesetta di San Biagio al centro del paese, ma proprio da lì venne di nuovo rubata a dieci anni di distanza. Anche in questo caso però – incredibile ma vero – la statua venne nuovamente ritrovata, ed anche cinque pannelli laterali. Stavolta però sono finiti nel Musedo Diocesano del Palazzo delle Canoniche.

Lo scorso anno, l’ennesimo colpo di scena: dal piccolo paesino montano che sovrasta la città di Foligno, la tavoletta è finita niente di meno che a San Paolo del Brasile. Ed è ritrovarla, del tutto casualmente, è stato proprio un folignate. L’uomo aveva già acquistato anni prima una tavola dipinta in un ‘mercatino delle pulci’ di San Paolo e l’anno scorso, per l’appunto, grazie all’aiuto di un conoscente folignate ha individuato un altro pannello del trecentesco tabernacolo di Santa Maria Giacobbe, restituito poi al Consolato Generale d’Italia, che lo ha fatto pervenire ai Carabinieri del nucleo per la tutela del patrimonio culturale.

Ora, il direttore del Museo diocesano, mons. Paolo Aquilini, ha annunciato che il pannello, raffigurante la Natività, sarà presto ufficialmente presentato e ricollocato nella sua posizione originaria all’interno della struttura.

Ci sono storie tamente incredibili ed inspiegabili, che a volte superano la fantasia…quella della ‘Madonna di Pale’ è certamente una di queste!

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!