Evasione e frodi, i risultati di Dogane e Monopoli

Evasione e frodi, i risultati di Dogane e Monopoli

Redazione

Evasione e frodi, i risultati di Dogane e Monopoli

Gio, 04/03/2021 - 18:49

Condividi su:


Dalle truffe carosello su carburanti e auto, alla vendita di merci contraffatte o non conformi: le operazioni più importanti dell'ultimo anno

Nel 2020 l’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ADM) Direzione Territoriale Toscana, Sardegna e Umbria ha garantito la riscossione di quasi 4 miliardi di euro di dazi doganali, Iva all’importazione e accise, l’accertamento di oltre 195 milioni di euro di maggiori diritti accertati nei settori dogane e accise (con un incremento del 26% rispetto all’anno precedente) e, sotto il profilo del sostegno alle imprese e all’economia, quasi 131 milioni quali riaccrediti o agevolazioni liquidate agli operatori, principalmente del settore autotrasporti. Questo il risultato delle oltre 48 mila operazioni di controllo effettuate.

Il bilancio dell’attività dell’anno caratterizzato dall’emergenza Covid è stato tracciato dal direttore Roberto Chiara. Che ha evidenziato l’importanza della collaborazione con le altre forze della pubblica amministrazione impegnate nel controllo a tutela delle aziende e dei consumatori, oltre che al recupero delle entrate tributarie ed extratributarie. Alla conferenza hanno partecipato l’assessore regionale Enrico Melasecche, l’assessora comunale di Perugia, Clara Pastorelli, e il Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, Stefano Veraldi.

Le attività

Questi gli ambiti di intervento ed i risultati ottenuti:

  • Contrabbando di sigarette: per i tabacchi lavorati esteri sono state elevate n. 14 sanzioni per un valore complessivo di oltre 26 mila euro.
  • Contraffazione: i funzionari ADM operano negli spazi doganali e, su delega dell’Autorità giudiziaria, sull’intero territorio nazionale e contrastano l’importazione, l’esportazione e la circolazione delle merci sospettate di contraffazione. Possono procedere alla visita delle merci e al loro sequestro, alle consegne controllate di spedizioni sospette, ai controlli a posteriori con accesso presso i locali commerciali delle aziende, così come previsto dal codice doganale e dalle norme nazionali. Sono stati diversi i pezzi sequestrati all’Aeroporto per un valore commerciale di quasi 25 mila euro.
  • Antifrode: nel 2020 sono state accertate evasioni fiscali e tributarie per oltre 134 milioni di euro ed eseguiti sequestri di beni per 110 milioni di euro. Sono state eseguite 3 ordinanze di custodia in carcere, mentre sono risultate indagate 39 persone e intercettate 21 utenze telefoniche.
  • Sicurezza dei prodotti: ADM adotta procedure di controllo su prodotti soggetti a prescrizioni comunitarie o nazionali che ne richiedano la rispondenza a specifiche caratteristiche di “sicurezza” e/o di “conformità”. Nel 2020, a fronte di 70 controlli, sono stati sequestrati 356 kg di carne e latticini, sprovvisti di certificazione sanitaria.
  • Rimborsi accise: è stata altresì intensa anche l’attività in favore dell’utenza e a sostegno delle imprese sul fronte delle agevolazioni e delle compensazioni economiche in materia di accise. Nel 2020, infatti, sono state liquidate agli operatori agevolazioni economiche per complessivi 28,96 milioni di euro tra agevolazioni agli autotrasportatori (25,31 milioni), riaccrediti (3,61 milioni) e agevolazioni ai tassisti (34 mila euro).
  • Accertamento accise: nel corso del 2020 sono state accertate accise per 138.559.985 di euro (nel 2019 € 101.786.657 con un incremento del 36,1%) di cui 41,9 milioni da gas naturale, 39 milioni da prodotti energetici, 38,3 milioni da energia elettrica, 16,6 milioni da carbone-coke, 1,5 da prodotti alcolici, 1,2 da produzione di birra. Le verifiche e i controlli ammontano a 2.828 (di cui 574 presso le aziende) con 188 irregolarità riscontrate e 3,7 milioni di maggiori accise accertate. – Dogana a Km 0: l’Ufficio delle Dogane di Perugia ha riconosciuto lo status di esportatore autorizzato a 35 imprese con un incremento rispetto all’anno precedente del 192%. Tale riconoscimento consente all’operatore di attestare, in autonomia e nella propria azienda, l’origine preferenziale dei beni direttamente in fattura, indipendentemente dal valore della fornitura. Il beneficio dello status di esportatore autorizzato va ad aggiungersi alle semplificazioni derivanti dall’autorizzazione al “luogo approvato” che consentono di effettuare dogana a chilometro zero presso la propria sede, permettendo la consegna al vettore della merce già sdoganata per l’esportazione. Nel corso dell’anno sono state 24.711 le dichiarazioni doganali ricevute, 44 le autorizzazioni rilasciate, 3,19 milioni di euro i dazi riscossi e 120 mila euro i rimborsi alle imprese.
  • Giochi e tabacchi: l’Agenzia esercita il ruolo di presidio dello Stato nei settori dei giochi e dei tabacchi, garantendo gli interessi dell’Erario attraverso la riscossione dei tributi, tutelando il cittadino attraverso il contrasto agli illeciti e gestendo il mercato attraverso concessioni e atti regolamentari. L’attività della Direzione si è concentrata sulla lotta al gioco illegale, sul contrasto alle cause delle varie forme di ludopatia, sulla prevenzione e repressione del gioco e del tabagismo minorili. Sul territorio umbro sono state condotte Pag. 3 di 3 numerose operazioni sia in autonomia, sia in collaborazione con altre Forze di Polizia, per verificare il rispetto della normativa di settore, con particolare riguardo alle norme sul contrasto alla diffusione della pandemia da Covid-19, che prevedono la sospensione delle attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e casinò. Nell’ambito del contrasto al gioco illegale sono stati controllati 389 esercizi, con il riscontro di 112 irregolarità. In materia di tabacchi per rivendite e contrabbando sono stati verificati 255 siti.

Le operazioni in Umbria

Numerose le operazioni in Umbria, alcune molto impegnative e rilevanti nei risultati. Come l’operazione “Grifo Fuel”, che ha portato al sequestro di 110 milioni di euro per maxi frode Iva e riciclaggio su scala internazionale. La frode carosello sui carburanti fatti arrivare nel Perugino dall’Est Europa, per oltre 34 milioni di euro. La frode sul commercio di auto a Terni, con un’evasione di circa 3 milioni e mezzo di euro.

E poi i controlli all’aeroporto San Francesco d’Assisi. Nonostante i voli ridotti a causa del Covid, i funzionari ADM hanno accertato 70 infrazioni per il trasporto di complessivi 356 kg di prodotti alimentari. Oltre a prodotti contraffatti e tabacchi trasportati illegalmente.

L’emergenza Covid

A seguito dell’emergenza Covid, l’ADM ha favorito il rapido sdoganamento di mascherine ed altra attrezzatura per contrastare la pandemia. In Umbria sono stati sdoganati con procedura veloce quasi 12 milioni di mascherine e altri Dpi e rilasciate 9 autorizzazioni per 3,8 milioni di litri di alcol per la produzione di igienizzanti.

Il protocollo col Comune di Perugia

Al termine del bilancio sull’attività del 2020 il direttore Roberto Chiara e l’assessore al Commercio Clara Pastorelli hanno firmato un protocollo tra ADM e Comune di Perugia nella lotta alla contraffazione.

clara pastorelli e roberto chiara
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!