EROTIC TOUR: MASCELLONI A FLAMINI “MA QUALE PORNO? E POI BACCO E TABACCO GIA’ CI SONO A SPOLETO, A VENERE CI PENSO IO” - Tuttoggi

EROTIC TOUR: MASCELLONI A FLAMINI “MA QUALE PORNO? E POI BACCO E TABACCO GIA’ CI SONO A SPOLETO, A VENERE CI PENSO IO”

Redazione

EROTIC TOUR: MASCELLONI A FLAMINI “MA QUALE PORNO? E POI BACCO E TABACCO GIA’ CI SONO A SPOLETO, A VENERE CI PENSO IO”

Sab, 19/01/2008 - 18:47

Condividi su:


Non si fa attendere la risposta, stizzita, di Paolo Mascelloni all’assessore alla cultura di Spoleto Giorgio Flamini intervenuto ieri sulla possibile organizzazione di un Festival a luci rosse a Spoleto. “Ma chi ha parlato di porno? – dice al telefono da Cosenza Paolo Mascelloni – stiamo pensando ad un Festival dell’Eros e non vedo proprio cosa abbia in contrario l’assessore Flamini. A parte il fatto che vorrei capire quali ‘alti livelli’ abbia raggiunto la cultura a Spoleto sotto la sua guida, voglio evidenziare che concordo sul fatto che questa iniziativa rimanga privata. Ho parlato di coinvolgimento delle istituzioni per due motivi: innanzitutto per una forma di rispetto verso l’ente Comune, poi perchè auspicavamo l’autorizzazione ad utilizzare piazze e strade non per portare le attrici, ma per allestirvi spazi dove acquistare libri legati alla letteratura erotica, ceramiche, intimo. Insomma tutto ciò che ruota intorno all’erotismo e che, in alcuni casi come la letteratura e l’arte, vanta una tradizione secolare che ha visto impegnati centinaia di artisti entrati nella storia della cultura”. “Può star tranquillo l’assessore – continua Mascelloni – non gli chiederemo fondi o mezzi dell’amministrazione perchè non ne abbiamo bisogno. Basterebbe però fare un po’ di autocritica per i fondi pubblici fin qui concessi e non sempre utilizzati in modo appropriato. Con conseguenze devastanti per il buon nome della nostra città: basta guardare a chi non ha pagato gli artisti o i lavoratori impegnati in certi eventi culturali per rendersi conto di come è stato davvero danneggiato il nome di Spoleto. Comunque il mio mestiere si basa sui numeri e per questo Festival credo che arriveremo a registarre più di 150mila visitatori”. Di più non dice. Come se il progetto sia ancora di là da venire.Di certo a Mascelloni non va giù la ferma presa di posizione di Flamini. E un’altra battuta stizzosa proprio non se la sa risparmiare. “E poi non capisco – conclude – a Spoleto c’è Bacco con Vini nel Mondo, Tabacco grazie al monopolio dello Stato…a Venere ci penso io e Schicchi. E allora? Ha poi considerato Flamini che fra Bacco e Tabacco è Venere quella che fa meno male alla salute. Ma forse, forse, questo Flamini non lo sa”.

ARTICOLO CORRELATO

EROTIC TOUR, ASSESSORE FLAMINI: “IL PORNO CON SPOLETO NON C'ENTRA NIENTE” (clicca qui )


Condividi su:


"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!