Elezioni in Valnerina, tutti i candidati e spuntano due liste a sorpresa | A Norcia sfida a 2

Elezioni in Valnerina, tutti i candidati e spuntano due liste a sorpresa | A Norcia sfida a 2

Ecco i candidati ad Arrone, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano e Vallo di Nera

share

Dodici piccoli Comuni al voto su 14 in Valnerina, dove sia nel territorio perugino che in quello ternano si configurano quasi tutte sfide a due, tranne in tre Municipi dove il candidato sindaco sarà unico ed il caso particolare di Arrone dove a correre saranno in 4. Al voto, tra un mese, andranno gli elettori di Arrone, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano e Vallo di Nera. A competere saranno tutte liste civiche.

A Norcia sfida Alemanno – Angelini

Nella città di San Benedetto devastata dal terremoto del 2016, a contendersi la fascia tricolore sono due persone che l’hanno già indossata.

Il sindaco uscente Nicola Alemanno, alla guida di “Rispetto per Norcia”, cerca di conquistare il suo terzo mandato (non consecutivo). La sua squadra è in gran parte riconfermata, questa la lista: Nicolas Maria Novelli, Pietro Luigi Altavilla, Alessandra Amici, Francesco Battilocchi detto Filogna, Giuliano Boccanera, Manuela Brandimarte, Francesca Diosi, Giovanni Loretoni detto Gianni, Monia Loretucci, Giuseppina Perla, Alessandro Severini Perla, Marco Valesini.

Con “Noi per Norcia” si candida invece Giampietro Angelini, già sindaco della città di San Benedetto dal 1986 al 1999. La sua lista (che sarà presentata ufficialmente il 1 maggio alle ore 18 al centro di valorizzazione di via Solferino) è composta da: Miriana Canali, Carla Caponecchi, Antonella Colacecchi, Cristian Coccia, Antonio Duca, Antonella Guidobaldi, Pietro Iambrenghi, Valeria Iucci, Riziero Orsini, Maria Luisa Palmieri, Daniele Santucci, Daniele Testa.

Non si presenterà con una propria lista, invece, la Lega, che ufficialmente dichiara di non sostenere alcuno dei due candidati a sindaco. Anche se nella lista di Alemanno ci sono due persone che sarebbero iscritte al partito di Salvini. Ad evidenziare la posizione neutrale è comunque una nota: La Lega, tramite il referente per la Valnerina, Alberico Brandimarte, in merito alle amministrative del prossimo 26 maggio, comunica che “non ritenendo le liste presenti alla tornata elettorale rappresentative degli interessi dei cittadini di Norcia, non sosterrà alcun candidato a sindaco e alcuna lista ad essi collegata. Smentiamo altresì le notizie di stampa relative a presunti contrasti interni al partito e alla sezione di riferimento della Valnerina umbra. La Lega sta continuando a lavorare unitariamente per creare una squadra di lavoro in grado di interpretare le esigenze di un territorio oggi fortemente provato. Intendiamo quindi avviare un percorso nel quale coinvolgere la cittadinanza, in primo luogo i giovani e tutti quanti vorranno appassionarsi ed impegnarsi nella “cosa pubblica”, nella riflessione sulle problematiche che interessano i cittadini, al fine di creare un gruppo politico guidato dalle giuste motivazioni e che, come la Lega, abbia quale unico valore fondamentale l’agire in modo disinteressato e finalizzato alla realizzazione del bene comune. In considerazione della valenza che la Lega attribuisce al ruolo che l’Italia dovrà avere in Europa, anche a Norcia si adopererà per ottenere un risultato di primo piano alle Europee, sostenendo i suoi due candidati umbri Peppucci e Pastorelli”.

Preci, Cerreto di Spoleto e Sellano

Altro Comune terremotato al voto è Preci, dove il sindaco uscente Pietro Bellini (Insieme per Preci) sfiderà ancora una volta, come 5 anni fa, Massimo Messi (Uniti per Preci), attualmente consigliere di opposizione. Bellini, con la fascia tricolore al petto dal 2009, è stato già sindaco dal 1999 al 2004, mentre alla tornata successiva perse per appena 3 voti.

A Cerreto di Spoleto il sindaco uscente Luciano Campana, 5 anni fa a capo dell’unica lista che concorse alle elezioni amministrative, sfiderà Giandomenico Montesi, già consigliere comunale del Pd a Spoleto, e Caterina Michelangeli.

A Sellano ci riprova anche il primo cittadino attuale Attilio Gubbiotti. In lista con lui ci sono: Stefano Ansuini, Pasquale Soloni, Luigi Sensi, Roberta Massimiani, Roberto Battista, Federica Polpetta, Maria Paola Bianchi, Giacomina Maltempi, Attilio D’Angeli. Contro di lui è schierato Antonio Guerrini, consigliere comunale uscente; questa la lista: Francesca Tosti, Marco Casiccio, Luigia Cesarini, Dino Bordini, Vito Algeri, Claudio Guerrini, Maria Chiara Ronchetti, Katia Germani, Fabrizio Padovini, Buonaventura Pirri.

Scheggino, Sant’Anatolia, Vallo di Nera e Poggiodomo

A Scheggino questa tornata elettorale vedrà una sola compagine in campo, la lista Uniti per Scheggino, a sostegno del sindaco uscente Paola Agabiti: Fabio Dottori, Ernesto Miraggio, Giampiero Eresia, Antonio Amadio, Bonaventura Benedetti, Stefania Mercantini, Marco Morganti, Elena Proietti, Antonio Allegretti, Sante Ramadori.

A Sant’Anatolia di Narco si ripropone dopo 5 anni la sfida tra Tullio Fibraroli, sindaco uscente, e Gianluca Valeriani. A sostegno del primo c’è la lista Uniti per Sant’Anatolia: Alessandro Benedetti, Alessandro Chirra, Anna Corti, Valerio De Angelis, Rita Di Girolamo, Gianfrancesco Flavoni, Andrea Funghi, Simona Pugliese, Roberto Staci, Vincenza Montani. Per il secondo, invece, la lista Sant’Anatolia civica: Fabio Nicolucci, Giuseppe Puglisi, Seinet Zarmariam, Lucia Lomuscio, Sandro Moriconi, Rosa Lucidi, Luca Corazzini, Lino Lorenzoni e Fabiano Pagnanini.

A Poggiodomo, invece, non si ricandiderà il professor Egildo Spada. Ma nel Comune più piccolo dell’Umbria, oltre al candidato sindaco di Uniti per Poggiodomo Emilio Angelosanti ce ne saranno addirittura altri due. Una lista è quella guidata da Marina Amori (candidati con lei: Silvia Bartocci, Aldo Bernardini, Daniela Luciani, Patrizia Marcucci, Massimiliano Massari, Franco Marini, Mario Marini, Alberto Piergentili, Piero Sesini, Massimo Tuccimei). Una terza lista è invece inaspettata e non sono noti al momento né nome né candidato sindaco.

Una lista inaspettata è comparsa anche a Vallo di Nera, depositata nella giornata di ieri e denominata “L’altra Italia”. Anche in questo caso non è conosciuto per ora il nome del candidato sindaco. Si ripresenta invece Agnese Benedetti, con la lista “Continuare per crescere”, che spera nel suo quinto mandato (non consecutivo). Contro di lei il suo assessore Andrea Massari.

La Valnerina ternana, ad Arrone sfida a 4

Nella parte di Valnerina in provincia di Terni c’è grande fermento ad Arrone, dove i candidati a sindaco sono ben 4. In campo ci sono l’assessore uscente Marsilio Francucci (Il Comune che vogliamo), Enrico Cesani (Arrone insieme), Fabio Di Gioia (Democratici riformisti la forza delle idee Arrone domani) e Linda Maria Teresa Aliotta (Per Arrone Aliotta sindaco).

Nella lista a sostegno di Di Gioia sono candidati: Roberto Serafini, Giampaolo Grechi, Roberto Galeazzi, Valentina Bartolini, Giuseppe Fiocchi, Roberta Ascani, Massimo Luzzi, Sara Cesani, Giorgio Mosti, Ildiko Szasz.

Una sola lista invece sia a Ferentillo che a Polino. Per Cuore e ragione per Ferentillo il candidato è Enrico Antonio Duilio Riffelli, mentre per Progetto Polino Remigio Venanzi. Due invece i candidati a Montefranco, entrambe donne. A sfidare il sindaco uscente Rachele Taccallozzi (Montefranco Domani) è Alessandra Cattani (Montefranco ci unisce). La lista a sostegno della Taccalozzi è così composta: Claudio Vici, Giuseppe Funari, Patrizia Pratofiorito, Sauro Berardi, Alessandra Capitolini, Fedele De Franco, Luciano Francucci, Samantha Locci, Willmer Cardinali, Chiara Pesciaioli.

Articolo in aggiornamento

share

Commenti

Stampa