Efficientamento energico immobili, fondi per i Comuni del Parco dei Sibillini

Efficientamento energico immobili, fondi per i Comuni del Parco dei Sibillini

Fondi del Ministero dell’Ambiente per il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e i Comuni del Parco per l’efficientamento energetico degli immobili pubblici, proposte entro il 23 luglio

share

Il Ministero dell’Ambiente finanzia lavori finalizzati alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici e per i Comuni che sono ricompresi nell’Ente Parco nazionale dei Monti Sibillini sono a disposizione fondi per interventi di efficientamento energetico del proprio patrimonio immobiliare. Di questo si è parlato nei giorni scorsi durante un incontro con le amministrazioni comunali ricomprese nel Parco, con l’obiettivo di conoscere la disponibilità di ciascun ente in merito.

Il Parco dei Sibillini, infatti, è destinatario, insieme ad altri Parchi, di un importante finanziamento da parte del Ministero dell’Ambiente, pari a circa 3 milioni e 800 mila euro.

All’incontro, tenutosi a Visso presso la sede del Parco, hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni di Bolognola, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Fiastra, Montegallo, Pievetorina, Preci, Ussita e Valfornace. Durante il confronto è emersa l’attenzione e la disponibilità dei Comuni presenti sui temi dell’efficienza energetica e della produzione di energia da fonti rinnovabili e, nel contempo però, l’indisponibilità di gran parte del patrimonio immobiliare pubblico a seguito degli eventi sismici.

“Sono 760.000 euro i fondi destinati dal Consiglio Direttivo del Parco all’efficienza energetica del patrimonio comunale – sottolinea Alessandro Gentilucci (nella foto), presidente pro tempore del Parco e sindaco egli stesso del Comune di Pieve Torina – una cifra importante che potrebbe innescare ulteriori effetti moltiplicatori e rendere questo scenario innovativo ancor più interessante poiché apre a prospettive di sviluppo del territorio in linea con quelle che sono le priorità del Parco”.

Entro il 23 luglio ciascun Comune potrà presentare le sue proposte progettuali che verranno valutate e discusse nel prossimo Consiglio Direttivo del Parco.

share

Commenti

Stampa