Edilizia, non rispettano protocolli Covid: 4 aziende nei guai - Tuttoggi

Edilizia, non rispettano protocolli Covid: 4 aziende nei guai

Redazione

Edilizia, non rispettano protocolli Covid: 4 aziende nei guai

Ven, 16/04/2021 - 08:09

Condividi su:


Edilizia, non rispettano protocolli Covid: 4 aziende nei guai

Edilizia, controlli dei carabinieri sui cantieri. Un 55enne di Ficulle denunciato, altri due imprenditori multati ed una quarta attività sospesa

I responsabili di 4 aziende operanti nel settore dell’edilizia finiti nei guai, con una denuncia, 2 multe ed una attività sospesa.

È questo l’esito dei controlli effettuati giovedì a Ficulle dai militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Terni.

Edilizia, denunciato 55enne di Ficulle

Nell’ambito di specifici controlli volti alla verifica della corretta applicazione del protocollo di sicurezza “covid-19” sui luoghi di lavoro, i carabinieri hanno deferito in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni un uomo 55enne del posto, amministratore unico di una società che opera nel campo dell’edilizia, appunto poiché resosi responsabile della violazione di cui sopra.

Multe da 400 euro per 45enne e 50enne

Nell’ambito della medesima attività, i Carabinieri hanno elevato sanzioni amministrative per complessivi 800 euro nei confronti di altre due persone, un 50enne romano ed un 45enne salernitano, nelle loro rispettive vesti di amministratore unico e socio amministratore di ulteriori due ditte operanti sempre nel settore dell’edilizia, i quali non adottavano le previste misure di informazione e di prevenzione volte a contenere il rischio epidemiologico all’interno delle proprie aziende.

Lavoratori in nero, sospesa attività

A conclusione del servizio, infine, è stato adottato un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale nei confronti di una ditta, sempre di Ficulle, poiché in essa sono stati individuati dei lavoratori in nero su un cantiere impiegati al momento dell’accesso ispettivo.

In totale, al termine del servizio, sono state elevate sanzioni amministrative per complessivi 8400 euro.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!