Disturbi del comportamento alimentare, a Spello una giornata di studio - Tuttoggi

Disturbi del comportamento alimentare, a Spello una giornata di studio

Redazione

Disturbi del comportamento alimentare, a Spello una giornata di studio

Appuntamento il 15 marzo con "Una giornata tutta lilla: la sfida dell'anima attraverso il corpo" promossa dall'associazione Il Bucaneve
Mar, 09/02/2016 - 17:37

Condividi su:


Disturbi del comportamento alimentare, a Spello una giornata di studio

“Una giornata tutta lilla: la sfida dell’anima attraverso il corpo” è il tema del convegno che si terrà martedì 15 marzo al Comune di Spello. L’iniziativa, dedicata al tema dei disturbi del comportamento alimentare (Dca), è promossa dall’associazione di volontariato Il Bucaneve con il sostegno di Consult@noi, Comune di Spello e Provincia di Perugia.

Il programma prevede alle ore 9 la registrazione dei partecipanti. Alle 9,30 prenderà il via la prima sessione: dopo l’introduzione a cura di Antonella Spaziani, vice presidente Il Bucaneve, ci saranno i saluti delle autorità, vale a dire il sindaco di Spello Moreno Landrini ed il direttore generale dell’Usl Umbria 2 Sandro Fratini. Si entrerà quindi nel centro del tema con la dottoressa Antonia Tamantini, psichiatra dell’Usl, che relazionerà su “L’importanza della diagnosi precoce e la terapia multidisciplinare nei Dca”. Seguirà Paola Bianchini, filosofa, responsabile scientifico progetti formazione associazione Dca associazione Mi fido di te, su “Le maschere del dolore: da tempo di prigionia a opportunità”. Sarà poi la volta di Rita Maiettini, dietista, che parlerà de “Il cibo come nemico: il lavoro della dietista”. Dopo una pausa caffè, si riprenderà alle 11,30 con la seconda sessione. Maria Grazia Giannini, presidente dell’associazione Il Bucaneve, relazionerà su “L’associazione Il Bucaneve e il suo lavoro nel territorio”; Ilaria Giglioni, studentessa di psicologia e tirocinante presso Il Bucaneve, parlerà de “il web può aiutare: studio sul gruppo FB Il Bucaneve”; Doria Ponti, nutrizionista affronterà l’argomento “Quando la nutrizionista si trova davanti ad una persona con DCA”. Seguiranno testimonianze e tavola rotonda. Dopo la pausa pranzo, alle 14,30 prenderà il via la terza sessione con la proiezione di un filmato sulle attività dell’associazione Il Bucaneve. Quindi Valentina Tessaro, psicologa, parlerà de “I DCA come ‘rimedio’ alla sofferenza: perché ricorrere al sintomo? La famiglia non come imputata, ma come risorsa”. Infine Anna Chiara Broccolo, psicologa, parlerà de “La creatività per superare il DCA”. Seguirà tavola rotonda e dibattito.

La partecipazione al convegno è gratuita, previa prenotazione obbligatoria entro e non oltre il 5 marzo 2016 all’indirizzo email ilbucaneveass@gmail.com o ai numeri 339.6944247 o 338.2649416.

Aggiungi un commento