Cuochi d’Italia, Rosita di Gubbio fa trionfare l’Umbria con un “friccò” da 10

Cuochi d’Italia, Rosita di Gubbio fa trionfare l’Umbria con un “friccò” da 10

La cuoca del ristorante “Osteria del Bottaccione” batte lo sfidante del Friuli e passa al secondo turno | Chef Tomei le dà il massimo, è la prima volta nel programma

share

Anche Gubbio finisce tra i protagonisti del campionato di cucina regionale italiana, “Cuochi d’Italia” (in onda dal lunedì a venerdì su Tv8 alle 19.30). A rappresentare l’Umbria, nella puntata di venerdì 26 gennaio, c’era Rosita Merli, proprietaria e cuoca del ristorante “Osteria del Bottaccione”, ai piedi della omonima Gola.

L’eugubina, nel primo turno eliminatorio del torneo, ha battuto il portacolori del Friuli Venezia Giulia, grazie ai voti dei giudici-chef Gennaro Esposito e Cristiano Tomei, introdotti dal presentatore-chef Alessandro Borghese.

Rosita, nella sfida di andata, su tre opzioni di piatti friulani, ha scelto di riprodurre i “rambasicci”, involtini di verza ripieni di carne tritata e paprica. La versione del padrone di casa ha ottenuto 16 punti (due “8” da entrambi i giudici) contro i 15 (un 7 e un 8) della cuoca eugubina.

Nella sfida di ritorno, invece, è stato il concorrente friulano a dover scegliere un piatto tipico umbro da cucinare, ovvero il “friccò”, una sorta di spezzatino di pollo. In questo caso Rosita, sugli scudi con la ricetta “di casa”, ha trionfato sull’avversario ottenendo ben 18 punti, un 8 da chef Esposito e, per la prima volta nella storia del programma un 10 tondo dal severo Tomei. Solo 14, invece, per lo sfidante. Umbria batte dunque Friuli 33 a 30 e passa al secondo turno.

share

Commenti

Stampa