Covid, 4 mesi per vaccinare l'85% degli adulti umbri (se arrivano i vaccini)

Covid, 4 mesi per vaccinare l’85% degli adulti umbri (se arrivano i vaccini)

Massimo Sbardella

Covid, 4 mesi per vaccinare l’85% degli adulti umbri (se arrivano i vaccini)

Gio, 04/03/2021 - 14:18

Condividi su:


Covid, 4 mesi per vaccinare l’85% degli adulti umbri (se arrivano i vaccini)

Ecco quando partiranno le vaccinazioni in base alla classificazione della popolazione | In 409 contagiati dopo il vaccino

Quattro mesi per inoculare la prima dose del vaccino anti Covid all’85% degli umbri adulti. Cioè l’obiettivo sulla popolazione per la quale è stato autorizzato il vaccino, escluso al momento per i minori di 16 anni. Con però una grande, fondamentale incognita: arriveranno abbastanza vaccini e con quali tempi?

Negli ultimi giorni l’Umbria ha accelerato con le vaccinazioni. “Perché ora c’è una maggiore stabilità e abbiamo potuto effettuare una giusta programmazione” rivendica l’assessore alla Sanità Luca Coletto. Che replica così alle accuse delle opposizioni, che lamentano ritardi.

Coronavirus, verso la proroga stop scuole: le cause

Il direttore generale Claudio Dario mostra la tabella che pone l’Umbria al penultimo posto per vaccinazioni effettuate ogni 100 mila abitanti. E poi quella che vede la regione terz’ultima per vaccini ricevuti rispetto alla popolazione. Insomma, vacciniamo poco perché da Roma ci hanno mandato finora pochi vaccini.

Servono almeno 16 mila vaccini anti Covid in più per l’Umbria

Da qui la missione della scorsa settimana per avere al più presto 16 mila vaccini che consentano di rimettere l’Umbria sulla media nazionale rispetto alle dosi ricevute. Con la richiesta, reiterata dalla presidente Tesei, di avere 50 mila vaccini in più, anche in ragione dell’alto indice di vecchiaia dell’Umbria e della presenza ella zona rossa in molti comuni, a causa dell’arrivo delle varianti del Covid, prima di altri territori.

La macchina delle vaccinazioni

Al netto delle incognite sul numero e sui tempi di arrivo dei vaccini, l’Umbria è pronta per effettuare 35.700 vaccinazioni a settimana. Che su una popolazione rimanente di circa 700 mila abitanti, escludendo i minori e quanti sono stati già vaccinati, porta appunto ad una stima di 16 settimane per inoculare la prima dose all’85% della popolazione target. Nei 17 punti vaccinali territoriali (previsti aumenti) lavorano 32 team, i punti ospedalieri sono 8 con 14 team. E poi i team itineranti e i circa 770 medici di medicina generale che stanno ricevendo le dosi per i propri pazienti (quasi 200 gli umbri finora vaccinati in casa perché impossibilitati ad uscire).

I punti vaccinali sul territorio sono 17 (ma è previsto un aumento) e impegnano 32 team vaccinali, i punti ospedalieri sono 8 con 14 team vaccinali, i medici di medicina generale coinvolti nella somministrazione del vaccino sono 770.

Gli orari dei punti vaccinali territoriali sono stati ampliati: dalle 8 alle 19 dal lunedì al sabato, la domenica dalle 8 alle 14.

I vaccini finora utilizzati

Al momento in Umbria sono state consegnate 101.700 dosi dei tre vaccini contro il Covid disponibili. Di cui 54.650 utilizzate e, 19.509 destinate alle prime dosi programmate fino al 6 marzo e 22 mila per seconde dosi programmate. Con meno di 6 mila dosi che restano dunque come scorta.

Gli arrivi dei 3 tipi di vaccini

Strategie diverse a seconda delle tipologie di conservazione dei vaccini e quindi delle persone a cui sono destinati. Di quello Pfizer, destinato ad anziani e operatori sanitari, se ne attendono 11.700 a settimana dall’8 marzo, 12.870 il 29 marzo.

Del vaccino di Moderna sono finora arrivate 8.600 dosi. Di cui 2 mila utilizzate, 3.300 programmate per le prime dosi e 3.300 per le seconde dosi. L”8 marzo ne arriveranno altre 5.800 dosi: la metà da assegnare ai medici di base per la prima dose a domicilio.

Del vaccino di AstraZeneca (che si sta utilizzando sul personale scolastico e forze dell’ordine) sono state ricevute 21.800 dosi, in arrivo per il 10 di marzo altre 11.100 per un totale di 32.900. Dal 27 febbraio al 6 marzo sono in utilizzo 16.209 dosi, altre 16.000 sono programmate dall’8 al 13 di marzo. Quindi sono in programmazione oltre il 90 percento degli arrivi visto che il saldo è di 691 dosi, pari al 2 per cento. Le prossime consegne per questo vaccino sono fissate al 13 di marzo con 2.700 dosi, 20 marzo (9.100), 27 marzo (8.300), 3 aprile (12.900).

Le priorità

E’ stato istituito il team che dovrà individuare gli umbri considerati vulnerabili (come gli immunodepressi) e quindi da vaccinare con priorità, indipendentemente dall’età.

La prima vaccinazione del personale scolastico (circa 29 mila la platea potenziale) si chiuderà entro la prima settimana di aprile.

Dall’8 marzo al via le vaccinazioni del personale carcerario e dei detenuti (circa 2.400 le persone da vaccinare). Operazione che si conta di completare entro marzo.

Da lunedì inizierà inoltre la vaccinazione del personale non sanitario che lavorare negli ospedali (i dipendenti delle ditte esterne).

Queste, al momento, le categorie per le quali è stato possibile effettuare la programmazione.

Infettati dopo il vaccino

Gli umbri infettati dal Covid dopo la prima dose del vaccino sono 260. Altri 149 hanno contratto il virus dopo il richiamo. Di questi, però, 69 prima che fosse trascorsa una settimana dalla seconda vaccinazione, quando si raggiunge il massimo della copertura. Percentuali dunque che rientrano nelle indicazioni fornite dalle case farmaceutiche.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!