Covid 19, Bastia Umbra piange Daniela Tortoioli. Lutto anche per il sindaco

Covid 19, Bastia Umbra piange Daniela Tortoioli. Lutto anche per il sindaco

Flavia Pagliochini

Covid 19, Bastia Umbra piange Daniela Tortoioli. Lutto anche per il sindaco

Mer, 17/03/2021 - 12:14

Condividi su:


In totale da inizio pandemia le vittime sono 35; anche il sindaco Lungarotti piange un suo congiunto

Salgono a trentacinque le vittime per Covid a Bastia Umbra, e tra queste c’è la commerciante Daniela Tortoioli in Fioravanti. Ne dà notizia l’amministrazione comunale: “Dopo un lieve calo  l’incidenza dei casi nel nostro Comune torna a salire: ad oggi 227 persone  sono positive. E piangiamo anche delle vittime”.

Covid, 3 decessi a Bastia in poche ore
L’aggiornamento sui contagi nei comuni umbri

Nel caso di Daniela Tortoioli in Fioravanti, le condoglianze dell’amministrazione vanno “Al marito Luciano, ai tre figli Lucia, Davide e Michele, a tutti i familiari va il nostro cordoglio, il dolore dell’amministrazione comunale a nome di tutta la Comunità bastiola, esprimendo loro il nostro affetto, la nostra dolorosa partecipazione a un lutto che porta tutti a ‘toccare con mano’ la brutalità di questo virus“.

L’amministrazione comunale “esprime le proprie sentite condoglianze alla Confcommercio di Bastia Umbra, al Presidente Sauro Lupatelli, al Direttivo per la perdita che va a segnare drammaticamente la loro associazione di categoria, già colpita ieri con la scomparsa, per lo stesso motivo, di un’ altra persona anch’essa legata al commercio, coniuge della titolare di una cartoleria che possiamo annoverare tra le attività storiche del tessuto commerciale bastiolo“.

Lutto anche per il sindaco Lungarotti

Come ho fatto finora, dall’inizio della pandemia – scrive il sindaco Paola Lungarotti – ho voluto esternare in prima persona il dolore per la perdita dei nostri concittadini, ritenendolo un lutto di tutti noi, una perdita di figli della nostra Comunità che si ritrova sofferente, segnata nel dolore familiare, oltre che economico e lavorativo e non come qualcuno ha voluto dire, per disseminare paura. Oggi sono anche io a vivere in prima persona il dolore del lutto con la scomparsa di un familiare toccato dal virus; si tratta di mio zio Giuseppe Malizia, marito di Graziella Lungarotti, ‘zio Peppino’, babbo di Lorella e di Cristina. Una figura tipica bastiola, un commerciante e allevatore di suini, la sua grande passione, conosciuto in paese per il suo carattere schietto e originale“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!