Coronavirus, curva stabile e Rt a 1,09 da zona arancione | I dati aggiornati in Umbria

Coronavirus, curva stabile e Rt a 1,09 da zona arancione | I dati aggiornati in Umbria

Massimo Sbardella

Coronavirus, curva stabile e Rt a 1,09 da zona arancione | I dati aggiornati in Umbria

Ven, 22/01/2021 - 11:04

Condividi su:


Coronavirus, curva stabile e Rt a 1,09 da zona arancione | I dati aggiornati in Umbria

Il bollettino aggiornato: 305 nuovi positivi e 3 vittime | Decessi: più ultra 65enni e con patologie croniche, ma anche 2 vittime sotto 44 anni

Coronavirus, in base ai dati forniti dal Nucleo epidemiologico in Umbria la curva dei contagi appare stabile, pur con una circolazione del virus abbastanza elevata, attestata sopra i 200 nuovi casi giornalieri. Dal punto di vista territoriale si assiste in questa fase ad una maggiore incidenza nella zona nord dell’Umbria.

Coronavirus, il Piano per il rientro a scuola:
cambiano le regole per le quarantene

Rt a 1,09

L’incidenza regionale settimanale è di 160 casi ogni 100 mila abitanti, con l’indice Rt che nelle ultime due settimane è di 1,09 (ma con un margine ampio). La percentuale dei positivi sui tamponi effettuati (normalizzata per eliminare i dati del fine settimana quando vengono processati meno tamponi) è intorno all’8%.

Numeri da zona arancione, ma senza peggioramenti

Insomma, numeri da zona arancione, nella quale comunque l’Umbria dovrà restare almeno un’altra settimana, come da Dpcm e dall’ordinanza del ministro Speranza seguita ai dati vagliati dalla Cabina di monitoraggio. “L’Umbria non presenta segnali di allarme maggiori” evidenza il direttore Claudio Dario.

La Cabina di regia: Umbria ancora tra le regioni a rischio “alto”

Nel pomeriggio però il monitoraggio della Cabina di regia nazionale ha posto ancora l’Umbria tra le Regioni (sono tre, più la Provincia di Bolzano) con rischio “alto”. Per l’Umbria (per la quale l’Iss calcola un indice Rt di 1,05) si tratta della terza settimana consecutiva. Cosa che da lunedì potrebbe far scattare ulteriori provvedimenti regionali o provinciali. (aggiornamento ore 18)

I decessi

Il tasso di letalità (che nella prima ondata era al 4,5%), dall’inizio della seconda ondata è al 2,3%.

I decessi riguardano principalmente ultra 65enni, con patologie pregresse (cinque volte superiore). Ma in Umbria si sono registrate anche 2 vittime sotto i 44 anni e 37 nella fascia di età tra 45 e 64 anni. La percentuale di decessi è maggiore tra i maschi.

Coronavirus, i contagi nell’ultimo giorno in Umbria

In base al bollettino della protezione civile regionale (aggiornato alle ore 10.36 di oggi, venerdì 22 gennaio), i nuovi contagi in Umbria sono 305, su circa 3.200 tamponi processati. I guariti nell’ultimo giorno sono stati 143. Tre i decessi a Castiglione del Lago, Narni e Perugia.

Gli attualmente positivi al Coronavirus in Umbria sono 4880. Di questi 327 sono ricoverati in ospedale (44 in terapia intensiva).

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!