Consorzio della Bonificazione umbra, servizi garantiti anche con l’emergenza - Tuttoggi

Consorzio della Bonificazione umbra, servizi garantiti anche con l’emergenza

Redazione

Consorzio della Bonificazione umbra, servizi garantiti anche con l’emergenza

L'impegno del Consorzio della Bonificazione umbra per garantire la stagione irrigua e gli altri servizi
Lun, 06/04/2020 - 15:37

Condividi su:


Consorzio della Bonificazione umbra, servizi garantiti anche con l’emergenza

L’emergenza Covid-19 non ha sospeso l’attività del Consorzio della Bonificazione Umbra, che garantisce i servizi pubblici essenziali connessi alla distribuzione di acqua a uso irriguo a servizio della nostra agricoltura che, unitamente a tutti i servizi essenziali, sta trainando l’intero paese. E per farlo è necessario il funzionamento coordinato di tutta la struttura consortile“. Così Paolo Montioni, presidente del Consorzio di Bonifica, evidenziando che “l’ente deve continuare a funzionare”.

Uffici del Consorzio chiusi al pubblico

Contro la diffusione del contagio è stato vietato al pubblico l’accesso agli uffici; i contatti con gli utenti sono possibili solo tramite telefono, fax, e mail fino alla conclusione dell’emergenza. Il personale d’ufficio indispensabile a garantire l’efficacia del sistema presta servizio a rotazione, mentre per chi è possibile, si sta procedendo alla fruizione delle ferie. Abbiamo da subito sanificato tutti i luoghi di lavoro e tutto il personale esterno (e laddove necessario anche quello all’interno) sta usando le mascherine in dotazione
e tutti gli altri presidi necessari alla prevenzione dal contagio
”.

Personale impegnato in vista della stagione irrigua

La struttura deve continuare a funzionare nonostante tutto e il personale, interno ed esterno, è impegnato nel controllo dell’efficienza di impianti di sollevamento, derivazioni irrigue, tubazioni, rete di scolo e manufatti connessi. Sono in corso tutti gli interventi necessari all’avvio degli impianti e della stagione irrigua, indispensabili a garantire l’agricoltura e quindi la filiera alimentare, informano da Palazzo Leti Sansi.

Servizi garantiti

È un momento particolare – spiega Montioni – senza la costante e continua attività per garantire lo scolo delle acque e la fornitura di acqua irrigua si ferma sia la filiera agricola che il sistema produttivo che finita l’emergenza dovrà riprendere”.

Abbiamo dovuto posticipare l’avvio della manutenzione del reticolo secondario – aggiunge il Presidente – ma siamo fiduciosi di poter riprendere al più presto, ovviamente nel pieno rispetto delle direttive nazionali e regionali per il contrasto all’epidemia”.

Riguardo a possibili criticità nonostante gli sforzi profusi, Montioni garantisce “l’impegno mio e del consiglio di amministrazione, del direttore Candia Marcucci e di tutto il personale che fin d’ora ringrazio per la disponibilità e la professionalità“.


Condividi su: