Concluso il lungo ponte con “La Mangiaunta” a Giano dell’Umbria | Attesa per la Festa della Frasca

Concluso il lungo ponte con “La Mangiaunta” a Giano dell’Umbria | Attesa per la Festa della Frasca

Viaggi al completo per il “Gianolio Bus” per partecipare alle visite ai frantoi in lavorazione | Successo dello Chef Giorgione

share

Si è concluso, lunedì 5 novembre, il lungo ponte con “La Mangiaunta” a Giano dell’Umbria. Nonostante l’avversità delle condizioni meteorologiche tanti sono stati i visitatori che hanno preso parte alle molte iniziative in programma, che ormai consolidato, ha visto un susseguirsi di degustazioni, concerti, laboratori di cucina, attività che sono state molto gradite dal grande pubblico accorso a Giano dell’Umbria per questa cinque giorni di gusto e cultura.

Viaggi sempre al completo per il “Gianolio Bus” che ha permesso a tutti di partecipare a visite ai frantoi in lavorazione con degustazioni di olio extravergine di oliva appena franto presso il Frantoio Speranza, l’Azienda Agricola Moretti Omero, il Frantoio Filippi e il Frantoio Flamini e tanti poi gli ospiti che hanno fatto il tour dei frantoi in maniera autonoma.

Al completo il laboratorio di cucina di “Giorgione”, come anche le varie visite guidate e passeggiate alla scoperta del territorio: la passeggiata sulla Via Flaminia, Oleovagando tra castelli e abbazie, la passeggiata tra gli ulivi millenari.
Hanno poi registrato il tutto esaurito, l’appassionante sfida ai fornelli “Chef Vs Nonna” presso l’Azienda Agricola Moretti Omero, le varie degustazioni di olio extravergine di oliva e degli altri prodotti gastronomici cotti nello storico forno a legna comunale.

Ma il dato più importante, che dà più di tutti, la misura della buona riuscita de “La Mangiaunta” è che la maggior parte dei visitatori arrivati a Giano dell’Umbria, complice anche il lungo ponte, sono stati gruppi organizzati, famiglie e piccoli gruppi autonomi, provenienti principalmente dal nord Italia, e dalle altre regioni del centro Italia, a Giano dell’Umbria per la prima volta e venuti appositamente per l’evento e per godere dei prodotti e del territorio locale.

Soddisfatti si sono detti i frantoiani ed altrettanto Giusy Moretti, consigliere comunale con delega al turismo, che esprime la sua soddisfazione per conto di tutta l’Amministrazione comunale dando appuntamento all’ultimo fine settimana di novembre per le “Vie dell’Olio” con la celebrazione di domenica 25 novembre della “Festa della Frasca”.

“Il 24 e 25 novembre – dice Giusy Moretti – Il castello di Giano dell’Umbria offre il meglio di sé con una tradizione contadina che si ripete da tempo immemore, legata alla fine della raccolta delle olive. Due giorni dove si alterneranno eventi per grandi e piccoli. Ci saranno giochi, concerti, un pranzo nell’abbazia di San Felice, una visita guidata al castello di Castagnola, sfide di cucina “Chef VS Nonna”, mostre di fotografia. Non mancheranno i tour ai Frantoi del comune di Giano dell’Umbria e una cena di gala dove l’extravergine verrà celebrato.

La “Festa della Frasca” è inserita nel programma di “Le Vie dell’Olio” ed è una suggestiva parata che attraversa le strade del castello di Giano dell’Umbria, in primis un carro tirato dai buoi, che trasporta la frasca addobbata con i cibi che un tempo erano considerati molto preziosi dai contadini e che venivano accuratamente scelti per ringraziare del raccolto.

Seguono i partecipanti che vestono abiti d’epoca come il guazzarone, una tipica tunica che veniva utilizzata per ripararsi dall’umidità e dal freddo, e portano strumenti originali per la raccolta delle olive. In piazza del Municipio esplode la festa con degustazioni della gustosa bruschetta con l’olio extravergine novello e l’ottimo vino delle colline gianesi”.

share

Commenti

Stampa